di


I corredi funerari dei longobardi a Spilamberto

È stata prorogata fino al 26 giugno la mostraIl tesoro di Spilamberto. Signori Longobardi alla frontiera”, l’esposizione che si svolge presso lo Spazio Eventi L. Famigli a Spilamberto, in provincia di Modena, e ripercorre la storia di un gruppo di longobardi che quindici secoli fa visse sulla riva del Panaro.

Fra gli insediamenti che si sono susseguiti dalla notte dei tempi nel territorio di Spilamberto, dal Neolitico all’Età del Bronzo, dall’epoca Romana al Medioevo, quello dei Longobardi, ultimo portato alla luce, ci ha lasciato preziose vestigia. L’esposizione che si apre illustra uno dei rinvenimenti più importanti avvenuti nella regione negli ultimi decenni: si tratta dei corredi funerari di una piccola necropoli attribuibile ai Longobardi e databile tra il VI e il VII secolo.

Alcune sepolture, attribuibili a guerrieri e a donne di rango elevato, conservavano reperti assai ricchi riferibili all’armamento, all’abbigliamento o a simboli di un ruolo di potere e prestigio all’interno della comunità. Tra queste, preziose fibule e pendenti in oro che testimoniano un’antica civiltà. La mostra è organizzata da Comune di Spilamberto e Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna.

Orari di apertura
sabato e domenica 10/12.30 – 15.30/19.00
aperture straordinarie: Fiera di San Giovanni giovedì 23 e venerdì 24 giugno dalle 19.30 alle 23.30. Sabato 25 e domenica 26 dalle 9 alle 12.30 e dalle 15 alle 23.30.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *