di


Hublot reinterpreta il meccanismo di Anticitera in un orologio da polso

Fu scoperto nel 1901 e per secoli è rimasto uno degli oggetti più misteriosi. Il meccanismo di Anticitera è una “macchina” realizzata nell’antichità greco-romana ed alla quale fu addirittura attribuita una natura extraterrestre. Attentamente studiato poi dalla comunità scientifica questo strumento astronomico, forse un calcolatore, è stato datato intorno al II secolo avanti Cristo. Ma questa “macchina” si suppone fosse anche in grado di indicare il movimento di alcuni dei principali pianeti. Non era un orologio -gli antichi Greci non vivevano il tempo come noi- ma un vero e proprio cosmografo (macchina per descrivere il cosmo) e, più esattamente, un selenografo (macchina per descrivere i movimenti della Luna) di grandissima precisione, poteva indicare molteplici cicli astronomici. Purtroppo restano solo 82 frammenti oggi custoditi nel museo archeologico di Atene. Mathias Buttet, oggi Direttore di Produzione e Ricerca e Sviluppo della manifattura Hublot, a seguito della pubblicazione sulla rivista scientifica Nature, nel 2008, ha voluto rendere omaggio a questa macchina creando un orologio da polso ispirato alla meccanica di Anticitera.

È la prima volta nella storia degli orologi che un ufficio di sviluppo orologiero si ispiri ad una meccanica “archeologica” e che un team orologiero collabori così strettamente con un team scientifico. La sfida del team di Mathias Buttet è stata quella di integrare un movimento orologiero in una reinterpretazione miniaturizzata del meccanismo di Anticitera rispettandone l’architettura e, in particolare, la doppia visualizzazione fronte-retro. Ore e minuti sono indicati in modo classico. Questo movimento orologiero è regolato da un tourbillon classico, la cui “gabbia” alle ore 6 compie un giro su se stessa in un minuto. Sull’orologio sono state rispettate le diverse indicazioni note della “macchina” di Anticitera, sia fronte che retro. L’orologio Hublot “Anticitera” sarà presentato a Baselworld al Salone dell’orologeria di Basilea nella primavera 2012. Fino ad allora sarà in mostra permanente al Musée des Arts et Métiers: nell’ambito di questa mostra viene proiettato un film 2D e 3D realizzato da Hublot e finalizzato a far conoscere al pubblico l’intera storia di questa “macchina”. Il film può essere visto anche su YouTube.

Calibro Hublot Anticitera 2033-CH01

Funzioni movimento Ore, minuti

Secondi con gabbia tourbillon

Tourbillon volante senza cuscinetto a sfere

Carica manuale

Vista del quadrante Calendario Egizio

Calendario dei giochi panellenici

Zodiaco

Lancetta della luna

Fasi lunari

Lancetta del sole

Vista dei ponti Ciclo di Metone

Ciclo di Saros

Ciclo Callippico

Ciclo Exeligmos

Caratteristiche principali

Dimensioni movimento Larghezza 30,40 mm

Lunghezza 38,00 mm

Spessore 14,14 mm (ingombro totale)

Albero di messa all’ora Carica manuale

a 2 posizioni (a ore 3) Messa all’ora

Numero di rubini 69

Numero di componenti 495 Spirale Piatta per una regolazione estremamente precisa Frequenza 21.600 altern./ora (3Hz)

Riserva di carica Circa 120 ore (5 giorni)

Oscillatore (realizzato internamente) Bilanciere con masselotte di regolazione

Momento d’inerzia: 16mg/cm2

Angolo di levata: 53°

Ammortizzatori Antiurto per platina e ponte del bilanciere

Platine e ponti Ottone, smussati con contorni trafilati, perlage delle scanalature

Trattamento: rutenio nero

Quadrante dei cicli e calendario Rifinitura, trattamento Oro 5N Ruotismi Ruote rifinite smussate, trattamento: rodiato, pignoni laminati

Viti Teste lucide e smussate, punte arrotondate e lucide Acciai Satinati, smussati con contorni trafilati


1 commento

  1. marco picciali says:

    SPETTACOLO!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *