di


Hong Kong Jewellery & Gem Fair, al via oggi l’edizione estiva

Fino a domenica il numero record di 1841 espositori metterà in vetrina il meglio della gioielleria mondiale tra premi e seminari

Al via oggi l’edizione estiva della Hong Kong Jewellery & Gem Fair: fino a domenica 23  in mostra gioielli e pietre preziose su oltre 64mila metri quadri dell’Hong Kong Convention & Exhibition Centre (HKCEC). Numero record di espositori quest’anno: 1841 aziende provenienti da 37 paesi e regioni.

“La Fiera di giugno ha raggiunto un’altra pietra miliare – ha dichiarato Celine Lau, direttore di Jewellery Fairs, UBM Asia Ltd., che organizza la rassegna -. L’edizione di quest’anno è la più ampia non solo nel numero di espositori, ma anche in termini di spazio espositivo”.

L’edizione di giugno rappresenta una piattaforma completa anche per i commercianti internazionali di diamanti: il Diamond Pavilion occupa le Halls 3F, 3G e 5F e oltre 400 Diamantaires sotto le ‘bandiere’ del World Diamond Council di Anversa (AWDC), dell’Israel Diamond Institute  (IDI), ma anche provenienti da India e Stati Uniti. “Nonostante l’economia globale in affanno, la domanda di gioielli con diamanti è in costante aumento – ha proseguito Lau -: le economie emergenti come la Cina e l’India svolgono un ruolo importante in questa crescita. La Fiera di giugno è il luogo ideale per attingere a questi mercati robusti”.

La fiera di Hong Kong organizzata da UBM Asia sta potenziando sempre più anche l’aspetto tecnologico della manifestazione: a maggio è stata lanciata infatti un’App per smartphone che potrà essere utilizzata ora per la prima volta. Informazioni di servizio importanti, mappe, attrazioni, eventi speciali e gioielli: tutto questo nell’applicazione realizzata grazie al contributo dell’Antwerp World Diamond Centre. In arrivo a Hong Kong una delegazione di 400 buyer che UBM Asia ha selezionato nella Cina continentale, in Israele, Corea e Vietnam.

Suddivisione dei padiglioni ottimizzata in base al tipo di settore merceologico o all’origine geografica: l’edizione di giugno accoglie il padiglione turco, che porta a 15 il numero dei padiglioni di gruppo. Gli altri sono Anversa, Brasile, Cina, Germania, India, Israele, Italia, Giappone, Corea, Sri Lanka, Thailandia, Stati Uniti, regione di Taiwan  e International Colored Gemstone Association (ICA). A questi si aggiungono i padiglioni tematici: dalle perle al design, dai gioielli vintage ai diamanti e agli accessori, fino ai macchinari.

Design made in Hong Kong nei padiglioni 1D e 1E del centro espositivo: la vetrina esclusiva per i migliori produttori della città, 35 marchi di gioielli in mostra. Un accordo speciale con il gruppo RESTEC russo, insieme a uno studio sul paese che sarà illustrato domattina, chiude lo scenario della Hong Kong Jewellery & Gem Fair insieme a una serie di seminari su commercio elettronico, perle e sul commercio di gioielli in Birmania.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *