di


Hong Kong, conto alla rovescia per la fiera di settembre

hong kong_september_2016

È considerato l’evento di riferimento per il settore orafo mondiale: torna tra pochi giorni la Hong Kong Jewellery & Gem Fair, accompagnata da previsioni ottimistiche sulla crescita della domanda cinese. Due le location con una parziale sovrapposizione temporale per l’appuntamento della seconda metà dell’anno che riunisce la domanda e l’offerta di gioielli e materie prime. Queste ultime apriranno le “danze” della rassegna dal 13 al 17 settembre all’AsiaWorld-Expo, mentre i gioielli finiti saranno protagonisti all’Hong Kong Convention & Exhibition Centre dal 15 al 19 settembre.

Secondo il GFMS Gold Survey 2016: Q2 Update & Outlook, published by Thomson Reuters, la domanda di gioielli in Cina è pronta a vivere una ripresa importante: le importazioni cinesi di oro da Hong Kong hanno raggiunto circa 687 milioni di dollari americani nei primi sei mesi del 2016, in crescita del 550 per cento rispetto allo stesso periodo nel 2015. La fiera di settembre, alla sua 34esima edizione, continua a godere di una attrattiva significativa e di un sostegno sostanzioso da parte degli attori chiave del settore.

Complessivamente, tra le due declinazioni, a Hong Kong esporranno oltre 3.550 aziende provenienti da 54 paesi e regioni (1600 per le materie prime, circa 2000 per i gioielli) su più di 135.000 metri quadrati di spazio espositivo. Tante le novità in calendario, come anticipa Celine Lau, direttore delle fiere di gioielleria di UBM Asia, che organizza la rassegna. “Siamo entusiasti di svelare numerosi nuovi eventi, un valore aggiunto per la mostra che migliora continuamente le esperienze degli acquirenti – ha dichiarato -. Lavoriamo duramente per sviluppare una fiera in grado di rispondere alle esigenze del mercato in continua evoluzione. Naturalmente, stiamo anche lavorando duramente per fare in modo che attraverso il nostro servizio di qualità, la fiera di settembre mantenga la sua reputazione di evento leader a livello mondiale”, ha detto Celine Lau, direttore di fiere gioielli, UBM Asia.

Attesi 58.000 i visitatori tra locali e stranieri. Venticinque il numero dei padiglioni collettivi di questa edizione , tra cui quello italiano. La Fiera è anche mobile, tramite l’App disponibile per il download all’indirizzo www.jewellerynetasia.com/ con cui gli utenti possono ricevere avvisi e aggiornamenti, scorrere l’elenco degli espositori, e creare un planning quotidiano personale attraverso il proprio smartphone o computer portatile. Il Gruppo Alrosa, azienda russa leader nel segmento diamanti, ospiterà ancora una volta l’asta, in calendario all’AWE (ingresso su invito). La conferenza stampa di apertura si terrà il 15 settembre: confronto tra le associazioni di gioielli, mentre il Senior Vice President di UBM Asia annuncerà gli ultimi sviluppi delle fiere di gioielleria nei mercati globali.

 

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *