di


HOMI: Talk, sfilate e le telecamere di Preziosa Channel

Preiata: “Il segmento del bijou e dell'accessorio è diventato una colonna importante della nostra manifestazione”

I MILLENNIALS AMANO I GIOIELLI E IL LORO È UN ACQUISTO RAGIONATO, AL QUALE SI ARRIVA ANCHE GRAZIE AI SOCIAL. È QUANTO EMERGE DALLA RICERCA INTERNAZIONALE “IL GIOIELLO DEI MILLENNIALS: NUOVI CONSUMATORI PER NUOVE VISIONI DEL GIOIELLO” CONDOTTA DAL POLITECNICO DI MILANO, UNA DELLE PRINCIPALI NOVITÀ ATTESE ALLA PROSSIMA EDIZIONE DI HOMI.


MGR_7443


L’evento di Fieramilano (14 -17 settembre) ospiterà una speciale installazione in uno spazio multimediale per raccontare ai visitatori i nuovi gusti degli under 25. Tanti i talk e i worskhop con esperti del settore, ai quali si affiancheranno quattro shows: sulla catwalk di HOMI (piazza Fashion&Jewels) sfileranno le collezioni più rappresentative degli espositori.



Homi, naturalmente, sarà anche business: in arrivo oltre 650 aziende del settore bijoux e accessorio moda. ad anticipare le novità in serbo, Cristian Preiata, manager di homi.


PAB_4687-min


Il segmento del bijou e dell’accessorio è diventato una colonna importante della nostra manifestazione


Quanto cresce il segmento del bijou e dell’accessorio?
È ormai una colonna portante del Salone. Ci saranno realtà storiche del settore, designers affermati ed emergenti, grandi griffe del bijoux e dell’accessorio. Abbiamo rinnovato l’area SPERIMENTA: nel padiglione 9 sarà realizzato un allestimento suggestivo incentrato sul viaggio. Geometrie, colori e immagini di paesaggi trasformeranno lo spazio in un grande tableau vivant, con moodboard realizzati a mo’ di set fotografici: il visitatore potrà scattare foto e condividerle, in modo da arricchire il flusso di contenuti virtuali”.

Chi è il visitatore di HOMI?
È una comunità sempre più varia. Ad accomunarne le varie anime è sicuramente la ricerca di pezzi originali e unici. Quanto alla tipologia di buyer, si va dalle gioiellerie tradizionali, sempre più aperte verso il segmento della fashion jewelry, ai concept store, dalle catene di negozi fino alle profumerie”.


MGR_7591-min


A HOMI sarà presentata la ricerca del Politecnico sul rapporto tra Millennials e gioiello: può anticiparci qualche risultato?
Gli under 25 sono interessati al gioiello più di quanto si pensi. L’oggetto che adorna il corpo celebra un momento particolare e assume un significato unico. Il loro acquisto è ragionato e non compulsivo ma, naturalmente, ha un peso anche il fattore economico. La scelta passa attraverso i social, caratteristica che accomuna giovani in tutto il mondo, in Europa come in Asia. E, altra sorpresa, è molto coinvolto il pubblico maschile”.

Nell’ultimo piano strategico di Fieramilano, presentato a maggio, figura l’intenzione di esportare alcuni format all’estero. Anche HOMI è pronta a varcare i confini nazionali?
“Il nostro Salone ha già sperimentato i mercati esteri. Lo abbiamo già fatto due anni fa a Mosca e New York: trattandosi di una delle manifestazioni di punta di Fiera Milano, sarà con molta probabilità inclusa in questo progetto. Non abbiamo ancora definito quali potrebbero essere i paesi di destinazione, ma l’estero è già nel suo Dna”.


MGR_7493-min


Con quali altre attività HOMI sostiene il comparto?
Quando c’è una tendenza nel mondo del fashion, viene ribaltata immediatamente nei prodotti esposti, anche grazie alla semestralità di HOMI. È un comparto importante per il Salone, tanto da aver aderito come soci sostenitori all’Associazione Gioiello Moda Italia, il cui obiettivo è dare voce a un settore che rappresenta uno dei know how creativi e produttivi del paese. Il lavoro del gruppo vuole restituire un’immagine potente della fashion jewelry, di cui HOMI costituisce una piattaforma fondamentale. Un dialogo che vogliamo rafforzare, come dimostra anche la coincidenza temporale con Mipel e Micam”.

 

www.homimilano.com

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *