di


Guido Grassi Damiani nuovo Presidente del Comitato Etico delle gemme di colore di Assogemme

Già a guida del prestigioso marchio valenzano, al neo-Presidente un compito di grande rilevanza ed attualità

Paolo Cesari, Presidente di Assogemme con Guido Grassi Damiani neo Presidente del Comitato Etico delle gemme di colore di Assogemme

Ad oggi vi aderiscono più di 130 principali operatori nell’ambito delle pietre preziose di colore, taglierie di gemme e tagliatori, diamanti, perle e coralli, grossisti, professionisti del settore, rivenditori, gioiellieri, negozianti, produttori e rivenditori.

Assogemme è, tra l’altro, partner del CIBJO – The World Jewelry Confederation, intesa che ha approfondito il problema del legame tra gemme ed etica e la necessità di adottare atteggiamenti socialmente responsabili sulle modalità di estrazione delle pietre.

In coerenza con i principi che animano l’Associazione in tema di adozione di pratiche socialmente responsabili, al suo interno è istituito il Comitato Etico delle pietre di colore, alla cui guida è stato appena nominato Guido Grassi Damiani. “Accogliamo il Dott. Damiani con grande entusiasmo e profonda stima. Con lui lavoreremo in squadra e con grande sinergia – ha dichiarato il Presidente di Assogemme Paolo Cesari -, promuovendo e attivando un confronto fra tutti gli attori della catena di fornitura del sistema gioiello italiano con particolare attenzione alle soluzioni che possano valorizzare concretamente la manifattura italiana e contribuire allo sviluppo della tracciabilità della catena di fornitura delle gemme di colore.”

Unitamente a Silvia e Giorgio, altri due nipoti di Enrico Damiani, fondatore dell’omonima Maison di gioielleria, il neo-Presidente del Comitato Etico delle gemme di colore di Assogemme ha consolidato ulteriormente il prestigio del marchio valenzano nel mondo, e con stessa autorevolezza e determinazione prende ora il timone del Comitato: “…un’organizzazione virtuosa che dal 2007 ha come obiettivo quello di sensibilizzare, garantire e valorizzare l’etica, la trasparenza e il rispetto, delle persone e dell’ambiente, nel settore delle gemme – ha sostenuto il Presidente -. Il dibattito sulla dimensione etica non è una moda passeggera e non deve assolutamente essere percepita come tale: è una vera e propria necessità imprescindibile nel mondo della gioielleria alla quale tutti gli attori sono invitati a riflettere e ad agire in conformità.”… “Per Damiani, questo è sempre stato un elemento chiave dell’identità aziendale e questa tensione etica è cresciuta sempre più con lo sviluppo della nostra azienda: una grande storia porta con sé una grande responsabilità imprenditoriale. Per questo motivo, la nostra azienda seleziona attentamente i propri fornitori: essi appartengono a un ristretto nucleo di aziende che rispettano il Kimberly Process, un’iniziativa internazionale volta a garantire che i profitti ricavati dal commercio di diamanti e gemme colorate non contribuiscano a finanziare guerre civili”.

The Mogok Responsible Gemstones Initiatives (MRGI) è tra i più recenti progetti del Comitato Etico, sviluppato in Myanmar: sostenere pratiche socialmente responsabili nel settore estrattivo con il coinvolgimento di aziende birmane attive su Mogok. Nel suo ambito viene affidato un ruolo fondamentale all’Italia (supportata dal Ministero dello Sviluppo Economico), con una delegazione presente a Vicenzaoro e la successiva implementazione di una fase di training sul taglio delle gemme attraverso il trasferimento di macchinari italiani nel territorio birmano.

www.assogemme.it

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *