di


Gold in Italy ad Arezzo, un nuovo modo di fare fiera

Dal 26 al 28 ottobre le creazioni di oltre 200 aziende del made in Italy tra sfilate e mostre. Sempre più vicino il  mondo della moda

Poco meno di due settimane all’inaugurazione di Gold in Italy, il nuovo modo di fare fiera lanciato da Arezzo Fiere e Congressi per andare incontro alle mutate esigenze delle aziende espositrici e dei visitatori. Dal 26 al 28 ottobre un programma ricco di eventi ma soprattutto di gioielli, nell’ottica di una sempre maggiore compenetrazione con il mondo della moda.

Una connotazione marcata a favore del made in Italy: l’evento è dedicato infatti a promuovere esclusivamente la migliore produzione italiana del gioiello e del bijoux, cui saranno accostate le aree speciali Cash&Carry, destinata alla vendita sul pronto, e Bi-Jewel, dedicata al gioiello fashion. Oltre duecento aziende presenteranno, con le loro collezioni, prodotti caratterizzati da creatività, artigianalità, innovazione, con particolare attenzione al design e alla moda.

A dare il benvenuto ai visitatori ci sarà la Gold Gallery, una installazione con i gioielli degli espositori che farà da anteprima alle eccellenze delle produzione orafa italiana presente in Fiera. Al centro dell’esposizione l’Agorà, la piazza della Fiera, un vero e proprio palcoscenico delle tendenze e delle novità presentate dai produttori orafi espositori. In questo spazio prenderà vita il Momento Moda – Ermanno Scervino by Sugar: le modelle, che indosseranno gli abiti creati dallo stilista, valorizzeranno i bracciali moda forniti delle aziende orafe espositrici.

Shooting live e concorsi completeranno l’evento insieme alla collaborazione con scuole orafe e di design, oltre a case histories che hanno segnato il made in Italy; sarà esposto l’Archivio Bulgari, con disegni originali di oggetti in argento disegnati dai designer Bulgari (dal ’45 agli anni ’60) collegati con gli studi di catalogo realizzati da Costantino Bulgari e gli oggetti realizzati sulla base dei suoi disegni.

Il programma di eventi a sostegno della visita a Gold in Italy farà da contorno alla mission primaria della rassegna: valorizzare il made in Italy attraverso gli appuntamenti programmati con i buyers stranieri, provenienti da tutto il mondo e in particolare, oltre i principali mercati di sbocco dell’oreficeria italiana, da mercati nuovi ed emergenti per dare anche la possibilità di intraprendere nuovi e proficui contatti.

“Gold in Italy – spiega Raul Barbieri, direttore di Arezzo Fiere e Congressi (nella foto a sinistra)- è un evento dal format innovativo, studiato per garantire alle aziende produttrici la massima resa in termini di contatti e visibilità. La formula che proponiamo aggiunge al classico momento espositivo un piano di appuntamenti programmati con i buyers stranieri di proprio interesse e un programma di comunicazione del prodotto, che vede gli espositori attori protagonisti in grado di promuovere personalmente il proprio prodotto. Dunque non una mera attività di presenza statica in fiera ma una partecipazione attiva alle iniziative in programma a cui va aggiunta la possibilità di incontrare interlocutori qualificati negli appuntamenti programmati grazie all’incoming di circa 150 buyer internazionali attentamente selezionali da Arezzo Fiere e Congressi”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *