di


Global Blue, lo shopping a Milano ha ancora gli occhi a mandorla

Cresciuta in un anno la spesa degli stranieri extra Ue: i top spender restano i Cinesi con il 33% degli acquisti. Atteso per l’estate il picco degli arrivi

PILLOLE_shopping cinese

Restano sempre i cinesi i top spender tra gli shopper extra Ue a Milano. E non solo: la spesa complessiva, nel capoluogo italiano della moda, è cresciuta da giugno 2014 a giugno 2015 del 10%. Sono dati relativi alle visite nell’osservatorio privilegiato della vip lounge in via Spiga di Global Blue, realizzata nel quadrilatero della moda per i mesi di Expo. Il trend positivo è stato confermato anche nella prima settimana dei saldi. Nel tax free shopping Milano si conferma capitale italiana per i turisti stranieri: a giugno è stata infatti meta per il 35% dei visitatori.

Scontrino medio di 1.056 euro, in incremento del 12% rispetto allo stesso mese del 2014. Cinesi in testa, in aumento di quasi il 60% sullo stesso periodo dello scorso anno, seguiti dai russi che, nonostante un calo della spesa del -46%, mantengono il 15% del mercato. Terzi in classifica gli americani, con il 5% degli acquisti (+67% su giugno 2014). Positivo pure lo shopping dei turisti provenienti da Hong Kong (4% degli acquisti, in crescita di quasi il 50%) e dalla Thailandia (3% della spesa, +65% su giugno 2014), a testimonianza del fatto che per gli asiatici l’offerta del tax free rappresenta un incentivo importante.

“La prima settimana di luglio fa segnare un +9 per cento di acquisti tax free rispetto a luglio 2014” evidenzia Antonella Bertossi, marketing sales manager di Global Blue Italia. Secondo le stime della società, il picco si avrà in estate, ma un buon flusso è atteso anche tra settembre e ottobre, complice l’Expo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *