di


Gli ori degli etruschi di Cerveteri volano in Francia

Spille, orecchini e anelli prodotti dal VII al IV secolo a.C. protagonisti di un’esposizione al Louvre-Lens, nel nord della Francia. Da aprile a Roma

L’antica Cerveteri torna a vivere nella succursale del Louvre a Lens, nel nord della Francia. Gioielli in oro protagonisti tra i tanti reperti presenti (ceramiche, oggetti in metallo, vetro, sculture in pietra e terracotta) provenienti da musei di tutto il mondo per rivivere la cultura etrusca del comune laziale. Grande progetto internazionale partecipato dall’Istituto di studi sul Mediterraneo antico del Consiglio nazionale delle ricerche (Isma-Cnr), l’esposizione giungerà a Roma in aprile.

Anello in oro, Metà del VI secolo a.C., Etruria Meridionale (dal Museo nazionale etrusco di Villa Giulia)

Nel museo costruito sul sito di una vecchia miniera nel 2012, succursale dello storico Louvre parigino nella regione del Nord-Passo di Calais, è già visitabile da alcuni giorni la mostra archeologica ‘Les Etrusques et la Méditerranée: la cité de Cerveteri’ che resterà aperta fino al 10 marzo 2014. L’esposizione vede la partecipazione di Louvre, Palazzo delle Esposizioni di Roma e ministero per i Beni e le attività culturali e permetterà al pubblico francese di conoscere e apprezzare una della città etrusche più potenti del Mediterraneo: Cerveteri, l’antica Caere.

Coppia di orecchini a barrilet, Ultimo quarto del VI secolo a.C. (dal Museo nazionale etrusco di Villa Giulia)

Tra le 400 opere selezionate, molti pezzi di oreficeria in oro risalenti ai secoli VII, VI e IV a.C. “L’Isma-Cnr conduce scavi regolari nell’area urbana di Cerveteri sin dai primi anni ’80 del secolo scorso – ha spiegato Paola Santoro, direttore dell’IstitutoLa parte centrale del percorso espositivo è dedicata proprio all’età dell’oro dell’antica città etrusca, l’epoca arcaica, dove spiccano le scoperte effettuate dal Cnr, che ha indagato tutti i siti santuariali illustrati in mostra e contribuito, con le sue ricerche, alla ricostruzione dei vari aspetti della vita urbana: artigianato, urbanistica, culti, viabilità”.

Anello in oro V secolo a.C., Etruria meridionale (dal Museo nazionale etrusco di Villa Giulia)

Spille, orecchini, anelli in oro massiccio che svelano le tecniche di lavorazione già diffuse tra gli Etruschi del VII secolo a.C., una straordinaria testimonianza dell’antica arte orafa della cittadina laziale. Dopo la tappa francese, la mostra approderà in aprile a Roma, al Palazzo delle Esposizioni, dove sarà in calendario fino al 20 luglio 2014.

Coppia di orecchini, Ultimo quarto del IV secolo a.C. (dal Museo nazionale etrusco di Villa Giulia)

 

Spilla in oro, Seconda metà del VI secolo a.C. (dal Museo nazionale etrusco di Villa Giulia)

 

Piastrine in oro del VII secolo a.C. rappresentanti la dea della natura (dal British Museum di Londra)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *