di


Ad Amsterdam Gli anelli di Bettina Dittlmann e Michael Jank

Il metallo puro, la fiamma ardente e i riverberanti colpi di martello. Bettina Dittlmann e Michael Jank presentano dal 4 dicembre all’8 gennaio alla Galerie Rob Koudijs una fucina di anelli dalla personalità forte. Unpolished, arcaici e monumentali. La tecnica è senza tempo. A volte gli anelli possono sembrare reperti archeologici erosi dal tempo, a volte la loro consistenza è raffinata e delicata. In ogni caso, sono gli anelli per essere amati e da indossare per l’eternità,: ‘Foreverrings’. E’ un evento eccezionale che due artisti creino i loro gioielli lavorando ai disegni congiuntamente.

Da un lato, la forma circolare degli anelli, dall’altra le intersezioni delle linee sugli specchi: la linea di chiusura del cerchio che simboleggia la continuità e le croci  portatorici di questa eternità. Due artisti: cerchio e croce. Come alfa e omega.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *