di


Giuliano Castrenze, WDG: da trent’anni riferimento nel mondo dei diamanti

Più di 30 anni fa è iniziata l’avventura del World Diamond Group: dopo i primi passi mossi nell’importazione di diamanti, la società – con sede a Vicenza – è oggi il fulcro di diverse attività, tra cui la creazione di gioielleria con diversi brand diversificati per prodotto e target. A questo si aggiunge la recente licenza esclusiva per la distribuzione italiana di Forevermark, marchio del gruppo De Beers che dal 2017 si è aperto ai mercati europei.


Quello di WDG è un percorso lungo che fin dalla nascita ha prestato grande attenzione alla sostenibilità


Un percorso lungo che fin dalla nascita ha prestato grande attenzione alla sostenibilità, tema oggi molto dibattuto, con il rifornimento esclusivo presso membri del Kimberley Process, l’accordo internazionale di certificazione per scongiurare i rischi connessi all’estrazione dei diamanti. Sul World Diamond Group c’è molto da sapere e a raccontarlo è l’amministratore delegato Giuliano Castrenze.



Dalla nascita a oggi, come si è evoluto World Diamond Group?
Oggi siamo una realtà molto strutturata, che si occupa della creazione di gioielleria Handmade in Italy con diamanti e gemme preziose. Forniamo anche un servizio sartoriale per la realizzazione di pezzi unici e limited edition – un vero e proprio Atelier che sviluppa gioielli Couture e Prêt-à-porter. Abbiamo inoltre sviluppato una strategia di Shop in Shop all’interno di gioiellerie partner, ispirandoci al marchio-progetto “Diamond Invest”, ma opportunamente declinato nella gioielleria classica con diamanti certificati. Quest’anno abbiamo anche siglato un accordo molto importante con FOREVERMARK, marchio di proprietà del colosso De Beers, e siamo diventati licenziatari unici nel mercato italiano”.


Abbiamo  siglato un accordo molto importante con Forevermark per il quale siamo  licenziatari unici nel mercato italiano



Come si declina l’offerta prodotto del gruppo?
Ci sono diversi brand all’interno dell’azienda, ognuno destinato ad una tipologia di prodotto e di pubblico specifico. Partiamo da DLUCE, gioielleria classica con diamanti e gemme preziose per antonomasia: dal solitario al bracciale tennis, fino alla parure completa con punti luce. Proponiamo poi DAMELISE Milano, in cui l’eccellenza dei diamanti selezionati si unisce alla creatività dei Maestri Orafi nelle 4 linee Avantgarde, Engagement, Classic Gift e Atelier del Gioiello. Come anticipato, da quest’anno World Diamond Group è licenziatario esclusivo nel mercato italiano di FOREVERMARK”.

Quale peso ha l’handmade per la società?
È un valore a cui teniamo molto. Ogni diamante è unico, come lo è il gioiello che viene creato per quella pietra. Creatività ed eccellenza dei nostri Maestri Orafi sono valori inestimabili da salvaguardare”.

Qual è la sua definizione di gioiello?
“Il gioiello ha un significato etereo e di felicità, come ci suggerisce la sua etimologia, “gioia” – a prescindere dal valore intrinseco dell’oggetto. È più di un oggetto da indossare, è un testimone di storie, denso di valori e di emozioni”.



Quali sono i mercati di riferimento?
Per la gioielleria, il mercato di riferimento ad oggi è l’Italia. Serviamo circa 500 clienti, tutti con un posizionamento medio alto/alto e prevalentemente al centro-nord. Al sud ci siamo organizzati negli ultimi 2 anni: isola felice è la Sicilia, dove lavoriamo da più tempo e con ottimi risultati, sia per la qualità della nostra rete, sia per risultati di vendita. Solo di recente abbiamo iniziato la distribuzione in Spagna e contiamo di conquistare i primi 100 clienti entro 3 anni. Quanto al business dei diamanti intesi come commodities, operiamo in Italia e all’estero – prevalentemente in Europa e Medio Oriente”.

Quanto conta la responsabilità sociale per l’azienda?
Il valore etico e la professionalità sono sempre stati al centro della nostra attenzione. Sebbene alcune organizzazioni come il Global Witness abbiano messo in discussione il trattato del Kimberley Process, tutti i nostri fornitori aderiscono a quest’ultimo. A questo proposito la nostra azienda è anche diventata licenziataria di Forevermark, che ha come obiettivo la brandizzazione del diamante attraverso valori definiti quali: tracciabilità, eticità, bellezza: in questo senso, abbiamo sposato in pieno la politica di trasparenza di De Beers”.



Qual è la visione del gruppo rispetto ai trend economici del settore?
Nel prossimo futuro il mercato sarà sempre più diviso fra negozi e offerte, con un posizionamento del gioiello che si avvicina sempre più al mondo veloce della moda e delle tendenze, e che si allontana dai valori di preziosità e unicità di storia e origini. Si apre un ampio divario tra la figura del gioielliere storico che ha una conoscenza approfondita dei preziosi e il gioielliere così chiamato solo per la tipologia di commercio a cui è iscritto. Di conseguenza, le differenze delle diverse tipologie di negozi – dalle gioiellerie alle bigiotterie – saranno sempre più ampie e visibili, e anche il pubblico lo potrà percepire chiaramente. Il nostro 2018 è stato impegnativo, ma ha portato i frutti degli investimenti fatti e delle strategie messe in campo in maniera consistente e continuativa per ampliare la distribuzione. La nostra visione è quella di persistere e consolidarci nel posizionamento raggiunto, senza farci persuadere dalle richieste di prodotti dal prezzo veloce e dalle tipologie più variegate che nulla hanno a che fare con il mondo dei preziosi. Penso che nel tempo questa scelta ci premierà”.

www.worlddiamondgroup.eu


WORLD DIAMOND GROUP HAS RECENTLY BECOME THE LICENSEE OF THE FOREVERMARK BRAND
Giuliano: “We are a point of reference in the world of diamonds for thirty years”

The adventure of the World Diamond Group began over 30 years ago: after the first steps in the import of diamonds, the company is now the hub of various activities, including the creation of jewellery for different brands diversified by product and target. The recent exclusive license for the Italian distribution of Forevermark, a brand belonging to the De Beers group that opened to the European markets in 2017, is now part of this. A long journey paying great attention to sustainability since our birth. There is so much to learn about on the World Diamond Group so we ask the managing director Giuliano Castrenze to tell us everything about it.

How has World Diamond Group evolved from its birth as of today? “Today we are a very structured reality dealing with the creation of jewellery that is handmade in Italy with diamonds and precious gemstones. We also provide a sartorial service for the creation of unique and limited-edition pieces. We have also developed a Shop-in-Shop strategy in jewellery stores within partnering jewellers. This year we have also signed a very important agreement with FOREVERMARK, a brand owned by the giant De Beers, and we are now the unique licensees on the Italian market”.
How is the group’s product offer declined? “There are several brands within the company, each one dedicated to a specific product type and consumer. Let’s start with DLUCE, the classic jewellery with diamonds and precious gemstones par excellence: solitaire rings and tennis bracelets, parures with points of light. Then we have DAMELISE Milano, the excellence of the selected diamonds with the creativity of the Goldsmith Masters for 4 lines, Avantgarde, Engagement, Classic Gift and Atelier del Gioiello. As anticipated, from this year World Diamond Group is the exclusive FOREVERMARK licensee on the Italian market”.
What weight does handmade have for the company? “It’s a value we care about greatly. Every diamond is unique, like the jewel created for that stone”.
What is your definition of jewellery? “The jewel has an ethereal meaning and happiness. It is more than an object to wear, it is a witness of stories, filled with values and emotions”.
What are the reference markets? “For jewellery, the reference market today is Italy. We serve around 500 customers. Only recently we have started distributing in Spain and we hope to conquer the first 100 customers within 3 years. As for the diamond business as commodities, we operate in Italy and abroad”.
How important is corporate social responsibility? “Ethical value and professionalism have always been at the centre of our attention. Although some organisations like Global Witness have questioned the Kimberley Process treaty, all our suppliers adhere to the latter”.
What is the group’s vision on the economic trends of the sector? “In the near future the market will be more and more divided between shops and offers, and the positioning of the jewel is getting closer to the fast world of fashion and trends, and moving away from the values of preciousness and uniqueness of history and origins. A wide gap is opening between the historical jeweller who has an in-depth knowledge of the valuable goods and jewellers who call themselves so only for the type of trade to which they are registered. As a result, the differences for the various types of shops – jeweller’s or costume jewellery – will always be broader and more visible”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orizzontale AMERICA