di


Giorgio Visconti: collezione Bridal, gioielli per l’eternità

Giorgio Visconti corona il sogno dell’amore vero con brillanti e oro bianco, un accostamento che sa di purezza, di trasparenza e di sincerità. Ogni gioiello, dal solitario al punto luce, è affidato all’arte di maestri orafi per non peccare in nessun dettaglio.

GIORGIOVISCONTIANELLO-min

Icona è un anello che fa della griffe a 4 punte il logo del brand disegnando una V stilizzata scrigno di un prezioso segreto: sotto la gemma principale porta ancora un diamante, più piccolo, che si manifesta solo lateralmente. È declinato nella versione solitario o trilogy su gambo semplice o contrarié, oppure con la decorazione di brillanti incastonati nel gambo squadrato.

Diva è un punto luce che pende sul decolleté o illumina gli orecchini, ed è racchiuso in una griffe a quattro punte, circolare o quadrata.

Tesoro è il classico brillante, montato su gambo semplice o incastonato con griffe a quattro punte che sui lati vanta un motivo corona, nel solitario, nel trilogy o nella veretta a cinque pietre.

Giorgio Visconti _Tesoro 2_vista B-min

Giorgio Visconti – Tesoro

E poi c’è Promessa, l’intensificazione della luce che gioca sulla perfezione del cerchio centrato dal diamante principale e incorniciato da brillanti più piccoli. Nel solitario con gambo semplice la corona ha un meccanismo a rotazione e la catena della collana è regolabile in lunghezza, nel girocollo come negli orecchini.

GV_Promessa_vista B-min

 

Giorgio Visconti – Promessa

Le varianti dell’oro le destina a LEGÀMI, pensata per la cerimonia: verette in oro bianco, giallo o rosée con motivo a binarietto, impreziosite da una o più pietre, brillanti neri o diamanti classici, incastonati battuti.

Giorgio Visconti _Legami_chiari-minGiorgio Visconti – Legàmi

 

www.giorgiovisconti.it

 

 

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *