di


Giorà: gli improbabili contrasti che firmano il brand di Giovanna Raspini

Giovanna Raspini è riuscita a dimostrare quanto i materiali alternativi sappiano stare al passo di quelli più nobili e preziosi se attraversati da un design ricercato. Già tre anni fa aprì la strada a questo nuovo genere e ai molti che all’epoca giudicarono inattuabile se non folle la sua idea ha risposto con risultati stupefacenti da più parti (malamente) imitati. Più che uno stile autonomo, dunque, quello di “Giorà” è uno spirito libero.

Orecchini della Collezione Idole

Libero di muoversi tra combinazioni di forme, colori e dimensioni che ne segnano l’identità. Nelle sue creazioni nuovi elementi concorrono ad una ricchezza estetica che stupisce per rapidità di mutamento e per eccentricità, con giochi sempre più sofisticati che fanno ogni gioiello differente dall’altro. Nella collezione “IDOLE”, ad esempio, è tangibile una appassionata convivenza di tendenze per un solo linguaggio di seduzione. Se la raffinata brillantezza dei cristalli color chiaro di luna firmano la femminilità nel grande bracciale che disinvoltamente si accosta per eleganza all’alta gioielleria, i freschi bracelet in argento e strass dall’animo elastico si addicono a look più frizzanti tenendo insieme tanti vivaci charms, un po’ naif e un po’ preziosi, un po’ sacri e un po’ profani, ed è d’obbligo indossarne numerosi per esaltare il nero, il bianco, il rosé, il bronzo e il brunito del metallo. E quando decide di aprire lo spazio ad un leggero stile berbero fa muovere gli orecchini intorno ad una snodata struttura in simil filigrana a cui fa pendere una fiabesca esplosione di stelle cadenti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *