di


Gioiellieri e sicurezza: al via una ricerca su rischi e conseguenze

Una indagine dell’Università di Pavia supportata da Federpreziosi Confcommercio su furti, rapine e ricadute psicologiche: ecco come partecipare

Sicurezza_vetrinarotta

Furti, rapine, minacce: la professione di gioielliere è tra le più a rischio quando si parla di sicurezza. C’è però un aspetto ancora poco indagato e cioè quello delle ricadute sul benessere e sulla soddisfazione lavorativa di chi opera nel comparto, ad ogni livello: è proprio questo l’obiettivo del progetto di ricerca promosso dal Dipartimento ‘Brain and Behavioral Sciences dell’Università degli Studi di Pavia e supportato da Federpreziosi Confcommercio.

L’indagine mira ad indagare in profondità questo fenomeno prendendo in considerazione anche una gran varietà di fattori come l’ubicazione dei punti vendita, le caratteristiche delle mansioni svolte con attenzione particolare alle reazioni psicologiche di chi ha effettivamente subito furti o rapine sul lavoro. Elementi che potranno, in futuro, supportare la categoria nella presentazione di istanze presso leautorità competenti per ottenere sempre maggiori garanzie a tutela della sicurezza. Sul sito della Federazione è possibile prendere visione e compilare direttamente il formulario.

www.federpreziosi.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *