di


Gioielli Naaz, un ponte tra Teheran e Firenze

Pelle e metallo per il brand della designer iraniana Farnaz Kani che ha scelto il capoluogo toscano per dare vita alle sue creazioni

Naaz collier

Naaz è la visione creativa della designer Farnaz Kani. Nata a Teheran, in Iran, la sua attività prende forma a Firenze, dove si è diplomata all’Accademia di Belle Arti. Dopo aver conseguito anche il diploma al Gemological Institute of America, ha iniziato a creare gioielli con il marchio Naaz, in cui trasfonde una delicatezza e un’abilità che va di pari passo con la sua passione e con cui racconta storie estrapolate dal suo amore per l’arte – ecco perché la scelta di Firenze – e i viaggi.

Naaz beige

La base delle sue creazioni è sempre la pelle, si parte sempre da lì, perché per lei il metallo non deve toccare l’epidermide. Perché deve dare una base e una forma al gioiello: ogni pezzo ha una sua storia e l’origine, il che rende ogni creazione un pezzo unico fatto a mano. Una tra tante, la collana di pelle bianca, tagliata a mano, lavorata con pezzi di ottone dorati fissati e modellati a mano, con pietra rossa centrale in vetro.

NAAZ by FarnazKani

Farnaz Kani reinventa la professione di artigiano e sorprende con i suoi segni che arrivano da concetti e da suggestioni, da memorie e insegnamenti antichi. Ciò che è insolito nel suo concepire un gioiello è che il pensiero, pur se rivolto alla bellezza, è prima di tutto orientato a chi quel monile lo indosserà.

NAAZ indossato

La sensibilità della designer la porta a usare materiali e finiture anallergiche, e a inventarsi soluzioni e artifici per poter rendere le sue opere portabili sempre e da tutti. “L’intento è quello di dare emozione, creare magie, mood, mistero e teatralità, ma anche facilità di indosso, non solo moda. Lo scopo, come sosteneva mia nonna, è creare bellezza”, dice la designer.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *