di


Gioielli, le associazioni scandinave si riuniscono in Cibjo

Gli organismi di settore di Danimarca, Norvegia, Finlandia e Svezia fanno rete per aderire alla Confederazione mondiale della gioielleria

Representatives of the founding member organisations of the Nordic Jewellery Federation at the inaugural meeting in Stockholm

Le associazioni nazionali di gioiellieri di Danimarca, Norvegia, Finlandia e Svezia si sono costituite in rete per aderire unite alla Cibjo: l’obiettivo è quello di innalzare il profilo del settore orafo e il commercio nella regione scandinava e aumentare il coinvolgimento collettivo nella Confederazione mondiale della gioielleria.

Il nuovo organismo, che si è dato come nome “Nordic Jewellery Federation”, raccoglie sotto il suo ombrello il consiglio nazionale della Jewellery and Watch Trade danese, la Norwegian Goldsmith and Jewellers Association, la Finnish Goldsmith Association e la Swedish Jewellery and Watch Industry Association. Mentre le singole organizzazioni danese e norvegese erano già attive in Cibjo, per le altre si tratta di un primo ingresso.

La decisione di istituire la Nordic Jewellery Federation è stata presa in occasione di una riunione di tutte le associazioni a Stoccolma, in Svezia, alla quale ha partecipato anche il presidente della Cibjo Gaetano Cavalieri, che aveva fortemente spinto per la creazione dell’organizzazione. “La costituzione della federazione nordica – spiega l’amministratore della Norwegian Goldsmith and Jewellers Association, Ingebjørg Alfsenrafforzerà il legame tra paesi vicini e darà ai paesi scandinavi una posizione più forte nel settore internazionale dei gioielli”.

“È la soluzione più vantaggiosa sia per il settore della gioielleria sia per la comunità internazionale – ha commentato Cavalieri -. Non solo stiamo parlando di una zona economicamente molto sviluppata, con una popolazione di oltre 25 milioni, ma anche di una regione che è sempre più influente in termini di progettazione e produzione di gioielli, con una lunga tradizione come consumatore. I paesi nordici, tra l’altro, sono un modello esemplare nella gestione di standard di Responsabilità Sociale d’Impresa e sostenibilità”.

(Nella foto d’apertura, un momento della riunione di Stoccolma. Da sinistra: Trine Thorning, Danimarca; Björn Carlsson, Svezia; Henrik Kihlman, Finlandia; Annie Bengtson, Svezia; Linda Klein, Svezia; Jens R. Møller, Danimarca, Ingebjørg Alfsén, Norvegia; il presidente della Cibjo Gaetano Cavalieri e Lena Carlsson, Svezia)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *