di


Gioielli in Fermento, domenica la premiazione

Evento di apertura dell’edizione 2015 e consegna del Premio Torre Fornello 2015: al via anche la mostra dei progetti selezionati, allestita fino al 20 maggio

Gioielli in fermento 2015

Al via domenica 3 maggio alle 16 l’evento di apertura e la premiazione della quinta edizione di Gioielli in Fermento, il concorso per l’attribuzione del Premio Torre Fornello che quest’anno ha avuto come tema la #unconventionaljewellery e per la prima volta accoglie, oltre alla categoria designer professionisti, anche quella degli allievi delle scuole: in finale, più di 20 giovani provenienti da 12 differenti Istituti di formazione in Italia e all’estero.

Il Concorso Gioielli in Fermento è rivolto a designer, professionisti, autori emergenti del gioiello e artisti orafi contemporanei per la realizzazione di un’opera-gioiello unica, ispirata ad uno specifico tema che si rinnova ogni anno nei contenuti legati al mondo del vino. Il concorso si traduce nella mostra annuale, con il coordinamento di Eliana Negroni, designer di Associazione Gioiello Contemporaneo e responsabile del progetto, nei suggestivi spazi espositivi dedicati alla Vigna delle Arti della tenuta di Torre Fornello: l’esposizione resterà allestita fino al 20 maggio. Oltre 130 gli autori che hanno partecipato alle selezioni: ad assegnare domenica il Premio Torre Fornello 2015, Enrico Sgorbati, proprietario dell’azienda vitivinicola di Ziano Piacentino (Emilia Romagna), Eliana Negroni e la Giuria.

Previste anche menzioni speciali per le opere segnalate in collaborazione con enti di importanza internazionale (Agc associazione gioiello contemporaneo, Joya Barcelona Art Jewellery Fair, Klimt02 Art Jewellery Online network): in palio la partecipazione alla manifestazione internazionale Joya ad ottobre a Barcellona dove gli artisti vincitori hanno l’opportunità di presentare la loro collezione personale.

Previsti altri riconoscimenti quali il profilo dell’artista sul network internazionale Klimt02, e membership AGC per i vincitori della categoria studenti (provenienti da Accademia di Belle Arti di Brera Milano, Accademia Italiana Arte Moda Design, Alberta College of Art & Design, Escuela de Arte en Madrid, Fabrika12 Valencia, Faculta de Diseño Univ.del Azuay, Faculty Art&Design West Univ Timisoara, Liceo Artistico P.Selvatico Padova, ITS Cosmo Progettazione e ricerca orafa Vicenza, Metalwork&Jewelry Dept Kookmin Univ. Korea, San Diego State University Master of Art, Scuola Design Sistema Moda Politecnico di Milano, Scuola Orafa Ambrosiana Milano, Trier-IdarOberstein Univ. School for AppliedSciences).

Infine in collaborazione con il progetto di design “Non di solo pane” (progetto SBLU_spazioalbello “Non di solo pane per EXPO2015” col patrocinio di EXPO2015, ADI Lombardia e AIAP ) verranno inoltre segnalate opere che nel design dell’ornamento alla persona, coglieranno analoghe interpretazione di questo messaggio che è metafora di un nutrimento psicologico. Il periodo espositivo prevede un ulteriore importante appuntamento internazionale: è in programma per il 9-10 maggio un workshop residenziale con il Professor Charon Kransen “Re- writing Your own script”, rivolto ai professionisti del gioiello contemporaneo allo scopo di misurarsi ed entrare in contatto con una realtà internazionale da quasi trent’anni punto di riferimento del settore soprattutto oltreoceano.

Autori partecipanti Candidati al Premio Torre Fornello – Gioielli in Fermento V edizione: Silvia Beccaria, Edith Bellod, Maura Biamonti, Isabelle Busnel, Sébastien Carré, Luisa Chiandotto, Lluís Comín Vilajosana, Corrado De Meo, Laura De Monchy, Clara Del Papa, Vitodomenico Demattia, Ylenia Deriu, Virginia Escobar, Eva Franceschini e Laura Stefani, Nicoletta Frigerio, Lucilla Giovanninetti, Steffi Götze, Akis Goumas, Marisa Iotti, Mia Kwon, Ria Lins, Chiara Lucato, Annalisa Mirizzi, Rosa Nogués Freixas, Liana Pattihis, PeggyArte, Hester Popma van de Kolk, Rosanna Raljević Ceglar, Daniela Repetto, Kika Rufino, Sergio Spivach e Stefano Spivach, Claudia Steiner, Yoko Takirai, Angelina Tsvetkova, Barbara Uderzo, Angelo Verga, Caterina Zanca.

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *