di


Gioielli in fermento, aperte le iscrizioni per l’edizione 2016

Fino al 31 gennaio 2016 è possibile inviare le candidature per la sesta edizione del concorso che unisce vino e gioielli. Il tema di quest’anno è “Libertà e vincolo”

Gioielli in fermento 2016

Torna il Concorso a tema che da sei edizioni mette insieme il mondo del gioiello con quello del vino: al via le selezioni per la prossima edizione di Gioielli in fermento, contest che sottolinea il percorso parallelo che unisce idealmente le due sfere di attività coinvolte: il mondo contemporaneo dell’ornamento, il mondo contemporaneo del vino. Aperto agli artisti orafi contemporanei, c’è tempo fino al 31 gennaio per partecipare all’edizione 2016.

I temi proposti dal concorso Gioielli in Fermento fin dalla prima edizione hanno offerto spunti per ornamenti contemporanei che interpretano questo principio, ponendo ogni anno l’accento su un aspetto in cui è possibile leggere una sintonia: a fare da sfondo alla sesta edizione, sarà il tema “Freedom and constraint”, libertà e vincolo: chi si dedica al gioiello contemporaneo, così come chi si dedica al vino, con autenticità, è eternamente conteso tra libertà e vincolo.

Gioielli in fermento_edizione 2016

Gioielli in Fermento, con l’aiuto della giuria che selezionerà la collezione 2016, vuole sottolineare quanto sia sorprendente la presenza di un equilibrio differente e autentico in ogni ornamento, come in ogni vino, d’autore. Il tema proposto è aperto alle interpretazioni più coerenti ai linguaggi utilizzati dagli autori del gioiello contemporaneo, con l’opportunità di dialogare con elementi ispiratori tratti dal mondo del vino, della cultura mediterranea, del contesto ambientale che si identificano con il progetto Gioielli in Fermento.

Il concorso si svolge in collaborazione con Agc associazione gioiello contemporaneo, Joya Art Jewellery Fair Barcelona, Klimt02 International Art Jewellery online e Torre Fornello. L’edizione 2016 prevede nuovamente la sezione speciale dedicata agli studenti (allievi frequentanti – o diplomati nel 2015 – un corso di studi superiori o master ad indirizzo artistico, design del gioiello, tecniche orafe, o equivalente – da specificare in fase di iscrizione) che non abbiano partecipato a precedenti edizioni di Gioielli in Fermento. Medesime le caratteristiche dell’ornamento da realizzare, come per i candidati professionisti (secondo il bando di concorso, con il rispetto del tema di quest’anno).

Con la supervisione della Direzione AGC e JOYA, in palio la partecipazione a JOYA nella sezione Scuole internazionali (al 1° classificato), l’iscrizione ad AGC Associazione gioiello contemporaneo con l’apertura del profilo online sezione designer (2° classificato), il banner informativo online (per l’Istituto con maggior numero di partecipanti selezionati). La selezione complessiva del contest terminerà entro aprile e dall’8 maggio avverrà la premiazione e prenderà il via la mostra.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *