di


Gioielli e Cappelli. Una mostra che è un inno alle donne e alla loro vanità

1860-1960. Quanti volti e quanti accessori. Fra questi, molti (non tutti) sono stati raccolti in una mostra che si tiene dall’11 febbraio all’8 marzo presso la Biblioteca Labronica “F.D. Guerrazzi” a Villa Fabbricotti di Livorno. Promossa dal Comune di Livorno in collaborazione con la ‘Coop. Itinera’ e ‘Debatte’ Editore, organizzata e curata da ‘U.O Cultura, Servizi Bibliotecari e Museali, Università’, ‘Ufficio Sistemi Bibliotecari’, la mostra illustra l’evolversi della figura femminile nell’arco di tempo che va dal 1860 al 1960 circa.

Grazie alla fotografia, nata nel 1839, emerge la volontà delle donne di mostrarsi tramite l’abbigliamento, lo sguardo o la gestualità e quella dei fotografi di valorizzare l’essenza stessa della donna. Le immagini documentano come sia cambiato l’atteggiamento della donna che ha conquistato, scatto dopo scatto, più disinvoltura e più sicurezza del proprio ruolo sociale. Non solo nobildonne e attrici famose, ma anche scrittrici e signore borghesi in posa a mostrare se stesse, davanti all’obiettivo di grandi fotografi.

Dall’imperatrice Eugenia immortalata da Disdéri all’attrice Tina Di Lorenzo fotografata da Ugo Bettini, dalla scrittrice Anna Franchi ritratta dai Fratelli Alinari alle bellissime attrici e cantanti della Belle Epoque, fino agli splendidi ritratti di Bruno Miniati, realizzati negli anni Quaranta e Cinquanta: più di sessanta immagini che forniscono una memoria storica fondamentale.

Un doppio commento accompagna le fotografie: uno di taglio storico racconta la donna ritratta e spiega la tecnica fotografica usata; uno più “frivolo” parla della moda, dei vestiti delle signore, dei loro cappelli, dei gioielli e dei loro eleganti e bizzarri accessori. Non solo un libro sulla fotografia ma anche sulle trasformazioni del costume e sui cambiamenti della società italiana a cavallo di due secoli di storia.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *