di


Gioielli, dagli Usa un progetto di ricerca su Valenza

Gary Gereffi della Duke University ha fatto visita alle aziende orafe di Confindustria Alessandria per esaminare l’evoluzione della catena globale e la nuova geografia di domanda e offerta

Da sinistra: Pasquale Bruni, imprenditore orafo; Valentina De Marchi, ricercatrice dell’Università di Padova; Gary Gereffi, docente alla Duke University e direttore del “Center on Globalization, Governance and Competitiveness”
Da sinistra: Pasquale Bruni, imprenditore orafo; Valentina De Marchi, ricercatrice dell’Università di Padova; Gary Gereffi, docente alla Duke University e direttore del “Center on Globalization, Governance and Competitiveness”

Un tour tra le aziende valenzane per promuovere un progetto internazionale di ricerca, che ha come capofila la prestigiosa Duke University. Gary Gereffi, docente di sociologia presso l’Ateneo statunitense, ha fatto visita alle imprese orafo-gioielliere piemontesi accompagnato da Confindustria Alessandria Gruppo Aziende Orafe Valenzane. Gereffi, studioso dello sviluppo economico dei territori, fautore della teoria delle Global Value Chains e anche direttore del “Center on Globalization, Governance and Competitiveness”, ha incontrato le aziende in compagnia di Valentina De Marchi, ricercatrice universitaria presso il Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali dell’Università degli Studi di Padova.

Il progetto di ricerca internazionale sul settore del gioiello ideato da Gereffi, che coinvolge anche Joonkoo Lee della Hanyang University Business School della Corea del Sud, ha come obiettivo esaminare l’evoluzione recente della catena globale del valore della gioielleria, considerando la nuova geografia di domanda e offerta di gioielli su scala globale. Il progetto studia le principali caratteristiche e unicità delle lavorazioni valenzane, anche in confronto con quanto avviene per esempio a Vicenza, altro distretto orafo nazionale.

La ricerca confronterà anche la situazione attuale con quella che lo stesso Gereffi aveva potuto esaminare nel 2008, quando aveva già condotto una ricerca sulla gioielleria di Valenza. Nei vari incontri, tra cui quello con Francesco Barberis, Presidente del Gruppo Aziende Orafe Valenzane di Confindustria Alessandria, i ricercatori hanno potuto confrontarsi con imprenditori che rappresentano una diversificata gamma produttiva, da chi si occupa della finitura e di fornire servizi tecnologici avanzati, a chi è attivo nella produzione e commercio con forte distribuzione internazionale, a chi sviluppa politica di marca, da chi fa lavorazione in conto terzi avanzata agli esportatori di fascia alta, a chi a livello territoriale è leader nella distribuzione dei materiali.

Un panorama variegato per fornire ai ricercatori spunti e materiali sia per esaminare la variegata ricchezza del distretto industriale della gioielleria di Valenza, sia per esaminare le complessità di un mercato (e di tecnologie produttive) in rapidissima evoluzione. I risultati della ricerca saranno condivisi, sotto la spinta del Gruppo Aziende Orafe Valenzane di Confindustria Alessandria, con gli imprenditori, la comunità e i portatori di interesse attraverso un’iniziativa pubblica, quando la ricerca sarà disponibile, indicativamente nel prossimo autunno.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *