di


Gioielli antichi, moderni e contemporanei: per il settore è tempo di arte e mostre

Bulgari a Beverly Hills, Art nouveau a Roma, nuovi espositori al Viart di Vicenza. E Boccadamo lancia l’Art Collection

Vere e proprie opere d’arte nate dall’incontro fortuito tra Tonino Boccadamo e l’eclettico designer Tiziano Codeluppi: non semplici gioielli, dunque, fanno parte della “Art Collection” che abbina il prodotto più trendy di casa Boccadamo, TooBe, con pietre dure, cristalli Swarovski ed intrecci di design. Una collezione che non solo rompe gli schemi ma che trasforma radicalmente il famoso tubicino di gomma della casa di moda.

Collane e bracciali “importanti” il cui vero valore deriva dall’unicità, dalla creatività e dalla produzione artigianale rigorosamente Made in Italy: accessori “Limited Edition” che aprono le porte delle più importanti passerelle sotto il nome di “Art Collection”. Novità assoluta, la chiusura ad “asola” tipica degli accessori di abbigliamento. Un ulteriore segnale della direzione intrapresa dalla maison verso l’Alta Moda.

Ma oltre all’arte da indossare, c’è anche quella da osservare: tante le mostre in calendario in questo periodo, in Italia come all’estero. A Roma, per esempio, fino al 28 aprile l’esposizione “Tiffany & Galle” e i maestri dell’Art Nouveau, a Palazzo Caffarelli. La preziosa collezione proviene dal Museo di Arti Applicate di Budapest: oltre 90 opere di eccezionale qualità, frutto degli anni a cavallo tra l’Esposizione Universale di Parigi del 1889 e la Prima Esposizione Internazionale d’Arte Decorativa Moderna di Torino del 1911. Ad impreziosire le vetrine, anche una fine selezione di gioielli e tessuti, disegnati e realizzati da Jo’zsef Ro’nai Rippl, Otto’ Eckmann e manufattura Zsolnay.

Si rinnova il Piano Mezzanino di ViArtCentro espositivo permanente dell’artigianato artistico vicentino: due stili differenti, due nuove interpretazioni artistiche del gioiello. Tra gli espositori ora ci sono anche Eddie Manzardo Italian Designer e Orocreando by Naoto: la prima azienda, nata nel 1995 e dedita alla produzione di oreficeria ed opera da sempre sia nel mercato italiano che in quello estero, è caratterizzata da particolare cura e raffinatezza in tutte le lavorazioni. Orocreando by Naoto ha alle spalle ha una storia di circa venti anni, ha fatto del design un elemento chiave in grado di portarla a sperimentare nuove forme, stili e prodotti. Ai gioielli della linea più classica, in oro, argento e pietre dure, si sono aggiunti pezzi creati con materiali naturali come i fossili, le agate, le conchiglie, il vetro di Murano.

Infine, c’è spazio per una mostra epocale anche al di là dell’oceano: nella boutique di Beverly Hills Bulgari ha messo in vetrina otto nuovi pezzi della sua collezione storica recentemente acquisiti e appartenenti all’icona glamour Elizabeth Taylor.  La presentazione si è svolta durante una serata in stile romano che ha reso omaggio al patrimonio italiano di Bulgari. Tra i gioielli in mostra, una spilla di smeraldi e diamanti; il Cleopatra Mirror, specchio in oro e turchesi commissionato dalla Taylor, forse come regalo per il suo 30esimo compleanno; l’anello di fidanzamento che le regalò Burton; un collier in smeraldi e diamanti e un sautoir di oro diamanti con sei antiche monete romane, uno dei gioielli che l’attrice indossava più spesso.

Presenti all’inaugurazione molte star dello spettacolo, vista anche la coincidenza con la cerimonia degli Oscar, come Naomi Watts, Drew Barrymore e Julianne Moore: tutte indossavano splendidi pezzi delle collezioni Bulgari.


1 commento

  1. claudio fontana says:

    Sono sempre molto interessanti, le vostre “p
    illole” grazie


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Lebole secondo banner orizzontale