di


HKTDC: Gianluca Mirante “Hong Kong hub privilegiato del sud-est asiatico”

Alte le attese per il 2019 sia per l’International Jewellery Show sia per l’International Diamond, Gem & Pearl Show


Due location, oltre 4550 espositori complessivi e 87mila buyer in visita da 145 regioni e paesi


Sono questi i numeri dell’ultima edizione delle fiere gemelle organizzate a Hong Kong dall’HKTDC – Hong Kong Trade Development Council. Le attese per il 2019, secondo gli organizzatori, sono di una sostanziale stabilità dei numeri sia per l’International Jewellery Show (dal 28 febbraio al 4 marzo all’Hong Kong Convention and Exhibition Center), che ospita il gioiello finito, sia per l’International Diamond, Gem & Pearl Show (dal 26 febbraio al 2 marzo all’Asia World Expo), incentrato sulle materie prime.



A cavallo tra febbraio e marzo 2019 le due fiere torneranno dunque a far incontrare domanda e offerta, sfruttando le potenzialità del paese come hub mondiale della gioielleria. Anche la presenza italiana si conferma nutrita e non solo in termini di aziende espositrici.

A spiegare a Preziosa Magazine come si declina la partecipazione degli operatori del Belpaese alle fiere di Hong Kong è Gianluca Mirante, direttore Italia di HKTDC.



All’International Jewellery Show l’Italia rappresenta il terzo paese del mondo per numero di aziende espositrici (in totale 198), il primo tra quelli europei. Una buona presenza è registrata anche all’International Diamond, Gem & Pearl Show con 36 società. Ma la nostra nazione è presente a Hong Kong anche come dettaglio in visita, a testimonianza che la fiera di febbraio rappresenta anche una fonte di informazioni, tendenze e contatti. Per i gioiellieri italiani, tra l’altro, sono attive diverse convenzioni”.

Qual è il trend della rassegna?
All’edizione 2018 abbiamo avuto 2585 aziende al Jewellery Show, e 1970 alla rassegna sulle materie prime. Sono numeri stabili, con una lista d’attesa considerevole, presente anche dopo lo sdoppiamento in due location, effettuato proprio per motivi di spazio. In aggiunta alla collettiva che organizziamo con l’Agenzia Ice da oltre 20 anni, alcuni brand italiani di alta gamma sono presenti anche nelle nostre zone tematiche, e altri ancora ne hanno fatto richiesta”.


Dopo un aumento del 4% nel 2017, le esportazioni di preziosi sono cresciute di un ulteriore 18% nella prima metà del 2018


A Hong Kong il 2018 è stato un buon anno per il gioiello?
Dopo un aumento del 4% nel 2017, le esportazioni di preziosi sono cresciute di un ulteriore 18% nella prima metà del 2018, con Stati Uniti, UE e Svizzera tra i più grandi mercati. Nello stesso periodo le esportazioni di perle, pietre preziose e diamanti grezzi sono diminuite del 20%, dopo una crescita del 14% registrata nel 2017. Sono numeri che confermano l’appeal di Hong Kong, che sarà ulteriormente facilitato dalle nuove politiche del governo. Dal primo gennaio 2019, infatti, entra in vigore l’accordo di libero scambio con i paesi Asean, con esportazioni a dazio zero. È un’opportunità sia per le aziende locali, ma anche per quelle aziende italiane che vogliono aprire una sede anche a Hong Kong, o stringere accordi di partnership con società del territorio”.



Tornando alla fiera, quali sono gli highlights dell’edizione 2019?
Oltre al consolidato format della “Small order zone” – declinata attraverso le teche posizionate nei corridoi destinate ai buyer dell’e-commerce, con la possibilità di un canale online di contatto e vendita senza obbligo di ordini minimi – quest’anno la fiera sta puntando molto sull’International Jewellery Design Excellence Award: un premio biennale aperto a tutti i designer che abbiano già ottenuto riconoscimenti in altre competizioni di settore. Le candidature si sono chiuse la prima settimana di dicembre, ora attendiamo con ansia di vedere dal vivo i progetti vincitori. In giuria, tra l’altro, quest’anno abbiamo il piacere di avere anche il direttore di Preziosa Magazine, Giovanni Micera”.


OAA_6077-min
RBH_6105-min
RBH_5478-min
RBH_5485-min
RBH_5474-min

event.hktdc.com/fair/hkjewellery-en/HKTDC-Hong-Kong-International-Jewellery-Show/

event.hktdc.com/fair/hkdgp-en/HKTDC-Hong-Kong-International-Diamond–Gem—Pearl-Show/


HONG KONG: A SPECIAL HUB IN SOUTH-EAST ASIA
GIANLUCA MIRANTE (HKTDC): “THERE ARE MANY OPPORTUNITIES FOR ITALIAN COMPANIES”
Two locations, over 4550 exhibitors and 87,000 visiting buyers from 145 regions and countries: these are figures from the last edition of the twin fairs staged in Hong Kong by the Hong Kong Trade Development Council (HKTDC). The organisers are expecting similar numbers for 2019, both for the International Jewellery Show that focuses on finished jewellery, and for the International Diamond, Gem & Pearl Show that specialises in raw materials. The two fairs will run between February and March 2019, and provide a great opportunity for demand and supply to meet, exploiting the country’s potential as a global hub for the jewellery sector. The Italian representation will be back in force, and not only in terms of the number of exhibitors. Gianluca Mirante, Italy director for HKTDC, gave Preziosa Magazine a more detailed picture of Italian participation in the Hong Kong fairs.
“Italy ranks third in the world in terms of number of exhibitors at the International Jewellery Show (with a total of 198 companies), and first among European countries. We are also well represented at the International Diamond, Gem & Pearl Show, with 36 Italian companies. But visitors from Italy’s retail sector also come to Hong Kong: proof that the February fair is a valuable source of information, contacts and fashion trends. Italian jewellers have many business arrangements here, among other things.”
What is the current trend for the Fair? “During the 2018 edition, we welcomed 2585 companies to the Jewellery Show, and 1970 to the raw materials exhibition. The numbers remain stable, with a considerable waiting list. In addition to the collective that we’ve jointly organised with ICE (The Italian Trade Promotion Agency) for over 20 years, there are also some high-end Italian brands in our themed areas, with others submitting requests.”
Was 2018 a good year for jewellery in Hong Kong? “Following a 4% increase in 2017, jewellery exports rose by a further 18% in the first half of 2018, with the United States, the EU and Switzerland among our largest markets. In the same period, exports of pearls, precious stones and rough diamonds decreased by 20%, after a 14% growth in 2017. These numbers confirm the appeal of Hong Kong, which will be further encouraged by new government policies.”
Going back to the Fair, what will be the highlights of the 2019 edition? “In addition to the established format of the “Small Order Zone”, a major focus of the next Fair will be the International Jewellery Design Excellence Award: a biennial prize open to all designers who have previously won awards in jewellery competitions. Applications closed in the first week of December, and we are now looking forward to seeing the winning designs. We are pleased that the director of Preziosa Magazine, Giovanni Micera, will be a member of the jury this year.”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *