di


GiadanGroup, nella collezione Must il profumo dei vigneti di Franciacorta

Chi ha la fortuna di potersi concedere una rilassante promenade in campagna, gode per qualche momento di una quiete incantata, lontana da frenesie metropolitane. Ancor di più se ci si inoltra tra i filari di un vigneto, dove i raggi del sole, facendo capolino tra i grappoli d’uva, penetrano gli acini producendo irripetibili rifrazioni di luce.


 


Accade sulle lussureggianti colline di Franciacorta, dove dimorano vigneti fin dai tempi più remoti.


Il magico scintillio che ne attraversa i filari ha ispirato la GiadanGroup per la sua collezione Must (italiana DOC, come lo spumante autoctono), assemblata con una variegata gamma di pietre naturali, tra cui giade, perle ed agate.



Il brand bresciano (tra l’altro di casa in Franciacorta) riafferma anche stavolta di volersi tenere a debita distanza da qualsiasi proposta omologata, in quest’ultima linea tiene banco la lucidità di architetture d’effetto, mai scontate, dimostra che quelle irripetibili rifrazioni di luce scolpite dal sole tra i filari di viti non sono per niente irripetibili: le cattura e le imprigiona nelle pietre naturali della linea, in special modo nelle giade, sorprendentemente apparentate agli acini per cromie.



Con catene in argento rosa, giallo, rodio e rutenio ripete gli intrecci dei vitigni, disponendo le pietre in 3, 4, 6 filari, secondo il gradimento di chi si fa avvincere da una modalità diversa d’intendere l’eleganza.

www.giadangroup.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orizzontale AMERICA