di


Franco Pianegonda, perquisizioni nella sede dell’imprenditore vicentino

L’ipotesi con cui il procuratore capo di Vicenza Antonino Cappelleri e il sostituto Luigi Salvadori lo avrebbero iscritto nel registro degli indagati è Bancarotta fraudolenta prefallimentare

Perquisizioni nell’abitazione dell’imprenditore orafo vicentino Franco Pianegonda e nelle sedi delle sue società di gioielli e bijoux. L’ipotesi di reato con cui il procuratore capo di Vicenza Antonino Cappelleri e il sostituto Luigi Salvadori lo avrebbero iscritto nel registro degli indagati è Bancarotta fraudolenta prefallimentare: la notizia è stata diffusa dal Giornale di Vicenza.

Secondo quanto riportato, l’imprenditore avrebbe distratto gioielli per circa 4 milioni di euro e con lui sarebbero stati iscritti sul registro degli indagati anche Franco Sensi, 53 anni, collaboratore di Pianegonda, e due professionisti – pare coinvolti marginalmente – Renzo Lotto, commercialista e sindaco di Grisignano di Zocco, e il collega Bruno Savio.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *