di


Francesco Trapani nel Cda di Tiffany

L’ex ceo di Bulgari detiene con Jana Partners il 5,1% delle azioni della maison: da marzo il consiglio di amministrazione dell’azienda passa da 10 a 13 membri

francesco-trapani_tiffany-compressor
Francesco Trapani, ex Ceo di Bulgari e da marzo nel Cda di Tiffany

Nel settore della gioielleria ha lavorato a lungo, in qualità di Ceo di Bulgari, poi ha allargato il suo portfolio ad altre attività. Rimette però piede nel comparto, entrando nel consiglio di amministrazione di Tiffany & Co. dagli inizi di marzo, Francesco Trapani, che insieme al colosso americano e l’hedge fund Jana Partners detiene il 5,1% delle azioni in circolazione della maison newyorchese. Secondo l’accordo, annunciato da Tiffany, la società nominerà tre nuovi amministratori indipendenti (passando da 10 a 13 membri): Francesco Trapani, Roger Farah, ex co-ad di Tory Burch e James Lillie, ex-ceo di Jarden Corp. Trapani farà parte anche del comitato nomine e corporate governance e del comitato di ricerca.

Trapani, 59 anni, è stato amministratore delegato di Bulgari, che ha guidato dal 1984 fino al 2011, creando anche la divisione Bulgari Hotels & Resorts. Nel 2011 la società è stata acquisita dal colosso francese Lvmh per la quale Trapani è stato presidente e amministratore delegato della divisione orologi e gioielli. È stato vice-presidente esecutivo del fondo di private equity Clessidra Sgr, il più grande in Italia.

“Siamo entusiasti di aggiungere personaggi illustri al nostro Consiglio come parte del processo in corso per rinnovare il Cda – ha detto Michael J. Kowalski, presidente del il Consiglio di Amministrazione e CEO ad interim al posto di Frederic Cumenal, che ha recentemente lasciato la guida della società -, e siamo lieti di aver lavorato con Jana Partners per perseguire questo obiettivo. I tre nuovi consiglieri sono tutti dirigenti con un ampio ventaglio di esperienze e competenze che andrà a beneficio di tutti gli azionisti. Crediamo anche la maggiore forza del nostro Consiglio favorirà il processo di ricerca del nostro nuovo Amministratore delegato”.

“Siamo molto lieti di aver lavorato in modo costruttivo con Tiffany & Co. nel nominare Roger, James e Francesco in consiglio. La loro nuova prospettiva e visione unica sarà preziosa dal momento che il consiglio continua a lavorare per migliorare la performance del gruppo e creare valore per gli azionisti”, ha aggiunto Barry Rosenstein, Managing Partner di Jana Partners.

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *