di


Formazione dipendenti a costo zero, Federorafi lancia il progetto Gold

Entro lunedì 5 marzo le pre-adesioni delle imprese. La presidente Ivana Ciabatti: “È la prima volta che l’iniziativa viene gestita a livello nazionale”

Lavorazione_federorafi-min

Formazione professionale rivolta ai dipendenti a costo zero: è questo in sintesi il fulcro della nuova iniziativa lanciata da Confindustria Federorafi e rivolta a collaboratori e dipendenti delle imprese del settore orafo. È appena stata lanciata la campagna di adesione delle imprese al Piano Formativo settoriale “G.O.L.D. – Growing Organization through Learning and HR Development”, che ha come obiettivo quello di supportare le imprese nello sviluppo di tutte le competenze utili a potenziare le proprie capacità interne, cogliendo in maniera proficua le sfide contenute nel Piano Impresa 4.0.

È frutto di una partnership tra Federorafi, Adecco Formazione S.r.l. e gestita in collaborazione, per le specificità regionali, con Confindustria Alessandria, Confindustria Toscana Sud/Arezzo, Confindustria Vicenza e Il Tarì. A spiegare nel dettaglio il progetto è la presidente di Federorafi Ivana Ciabatti.

Ivana ciabatti-min
Ivana Ciabatti, presidente Federorafi

Presidente, qual è l’originalità dell’iniziativa?
“Finora ci sono stati delle sperimentazioni locali nell’utilizzo dei Fondi interprofessionali come finanziamento di attività formative: ora noi lo proponiamo a livello nazionale, mantenendo comunque un forte contatto con le specificità territoriali. Che, nel nostro caso, sono quelli dei principali distretti orafi: Arezzo, Valenza, Vicenza e Campania. Il progetto è stato possibile soprattutto grazie al ruolo propulsore di Vincenzo Giannotti, presidente del Tarì e da un anno coordinatore a livello nazionale delle nostre iniziative rivolte alla formazione tecnica/specialistica”.

Perché si parla di formazione “a costo zero”?
“Le aziende già versano una percentuale all’Inps per la formazione dei dipendenti che può essere stornata verso Fondi interprofessionali, nel nostro caso Fondimpresa, che provvede a emanare bandi rivolti a tutte le realtà manifatturiere in collaborazione con le associazioni di categoria e con i sindacati. Bandi ai quali possono partecipare enti accreditati, perciò ci siamo rivolti ad Adecco che ha la struttura formale per partecipare. Ecco, dunque, perché il progetto non avrà costi aggiuntivi per le imprese: perché saranno utilizzate risorse già versate all’Inps”.

Quali sono gli step?
“Entro la settimana prossima raccoglieremo le pre-adesioni delle aziende; abbiamo intanto già predisposto i nostri eventuali servizi informativi che abbiamo segnalato alle imprese. Una volta raggiunto il numero minimo e definiti i dettagli con i sindacati, con i quali stipuleremo degli accordi, entro i primi di aprile parteciperemo al bando e, se riceveremo l’accreditamento, partiremo con i corsi per l’estate prossima. I percorsi formativi si svolgeranno o direttamente nelle aziende, quando vi siano più dipendenti interessati a partecipare, o in modalità interaziendale”.

Quali temi saranno trattati?
“Abbiamo immaginato tre macro aree: una più tecnica, con sviluppo e specializzazione di competenze come la fusione a cera persa, l’utilizzo del Cad, l’incastonatura; una seconda più rivolta alle dinamiche dei nuovi strumenti digitali come il digital marketing, la Customer digital experience e la sicurezza informatica. Infine, un’area dedicata all’innovazione delle organizzazioni, tra la gestione del personale e le opportunità delle aziende come l’Alternanza scuola-lavoro. Fermo restando che le imprese che aderiscono possono indicarci anche nuovi temi su cui strutturare l’offerta. Quanto alla durata dei moduli, sarà stabilita una volta ottenuto l’accreditamento. Chiunque voglia saperne di più può contattare i nostri uffici al numero di telefono 02 58316111 e all’indirizzo mail [email protected]”.

 


1 commento

  1. Senz’altro è utile e servirà .. ….

    Peccato che nel frattempo, tutte le manualità “QUALIFICATE” – professionisti che conoscono, grazie a decenni d’esperienza VISSUTA il mestiere – ..da tempo lo abbiano lasciato ….
    ….E oggi , la qualità , è molto realtiva/sogettiva e facilmente… .. s’ impara da chi a studiato …se va bene su un libro o guardando video su youtube.
    Essere appasionati è bello ,… ..essere professionisti è molto più bello ,..ma servono anni … di studio,di pratica, ancora …di studio e di confronti .. . ..


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *