di


Fondi a Ice per il Made in Italy, primo via libera

Approvato dalla commissione Bilancio della Camera un emendamento alla legge di stabilità, che prevede il finanziamento di 220 milioni in tre anni. Giovedì la votazione definitiva

montecitorio

Via libera a 220 milioni da destinare all’Ice per promuovere il made in Italy. La commissione Bilancio della Camera ha approvato un emendamento alla legge di stabilità, che prevede il finanziamento dell’Istituto per il commercio estero. La somma va dilazionata tra il 2015 e il 2017 nell’ambito del Piano straordinario per la promozione del Made in Italy e l’attrazione degli investimenti in Italia. La proposta di modifica stanzia, in particolare, 130 milioni per il 2015, 50 per il 2016 e 40 per il 2017.

Approvati anche due sub-emendamenti che prevedono che di questi 22, 1 milione all’anno (3 milioni per il triennio) rimarrà al ministero dello Sviluppo economico mentre 2,5 milioni per ciascun anno del triennio 2015-2017 saranno destinati all’Associazione delle Camere di commercio italiane all’estero per incrementare la presenza e la conoscenza delle autentiche produzioni italiane presso i mercati e i consumatori internazionali al fine di contrastare il fenomeno dell’Italian sounding e del falso Made in Italy.

Oggi proseguono le votazioni in commissione sulle ultime correzioni mentre l’approdo in Aula alla Camera resta confermato per giovedì 27 novembre. Le iniziative che l’ICE ha gestito negli ultimi hanno avuto tra i destinatari anche il settore orafo: molte sono le rassegne e le collettive organizzate per le aziende del comparto. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *