di


Fondazione Cologni, aperte le candidature per le botteghe scuola

Fino al 30 settembre le strutture formative per l’artigianato artistico possono scegliere gli atelier e i laboratori per ospitare i loro ex allievi più meritevoli per un tirocinio di sei mesi

Fondazione_LuanaBarison

(Luana Barison, allieva dell’istituto d’Arte Pietro Selvatico di Padova, ha svolto il tirocinio nel laboratorio orafo e gioielleria Elegance di Abano Terme. Foto di Susanna Pozzoli)

Oreficeria, orologeria e tanti altri mestieri dell’artigianato artistico sono al centro del progetto “Una scuola, un lavoro. Percorsi di eccellenza” promosso anche quest’anno dalla Fondazione Cologni dei Mestieri d’ArteFino al 30 settembre, per l’edizione 2015/2016 del progetto, le Scuole di eccellenza del settore in tutta Italia  hanno la possibilità di identificare la bottega, laboratorio o atelier d’impresa ospitante e candidare gli ex-studenti meritevoli (che hanno terminato gli studi da meno di 12 mesi) che concorreranno al tirocinio.

Ciascun vincitore accederà a un tirocinio della durata di sei mesi presso la realtà artigiana prescelta, ricevendo una indennità di 700 euro netti mensili, con tutti gli oneri e le coperture assicurative a carico della Fondazione Cologni. Non sono possibili autocandidature: solo le scuole possono proporre i candidati secondo le modalità specificate sul sito internet dell’iniziativa, www.unascuolaunlavoro.it. Dopo un inizio sperimentale nel 2010, il progetto ha coinvolto in maniera esponenziale 10 tirocinanti nell’edizione 2012/2013, 25 in quella del 2013/2014, e ha raggiunto il numero di 35 tirocini extracurricolari nella quinta edizione dell’iniziativa.

Il bando è rivolto a neo-qualificati, neo-diplomati, neo-laureati provenienti dalle Scuole di arti e mestieri d’Italia. La prima fase di “Una Scuola, un Lavoro. Percorsi di Eccellenza” ha visto la Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte mettersi in contatto con le Scuole di eccellenza in tutta Italia afferenti al settore dell’artigianato artistico. La decisione finale in merito alle candidature e ai progetti presentati sarà espressa da una speciale Commissione di valutazione.

Al termine della selezione vengono contattate solo le Scuole, i candidati e le botteghe protagonisti dei progetti scelti per l’avviamento. Con questa iniziativa, promossa e finanziata dalla Fondazione Cologni con il coinvolgimento di altri mecenati privati, i talenti artigiani più promettenti hanno l’opportunità di affinare la loro vocazione e i loro studi, imparando il mestiere “sul campo” con un tirocinio extra-curricolare presso botteghe, laboratori e atelier d’impresa, a stretto contatto con grandi maestri artigiani. È possibile vedere online i volti e le mani al lavoro dei 35 tirocinanti della passata edizione e dei loro tutor sul sito dedicato www.unascuolaunlavoro.it.

www.unascuolaunlavoro.it

Fondazione_GabrieleCroce

(Alessio Viggiano, allievo del Tarì Design School e, tramite il Tads, dell’ETA. In tirocinio fino ai primi di ottobre presso Richemont. Foto di Susanna Pozzoli)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *