di


Fondazione Buccellati, 34 opere al Museo degli Argenti

Resteranno esposte a Palazzo Pitti alcune delle creazioni protagoniste della mostra conclusasi a febbraio e dedicata ai Tesori della maison

Museo Pitti

Resteranno esposte nel Museo degli ArgentiPalazzo Pitti a Firenze 34 opere della Fondazione Buccellati, tra quelle protagoniste della mostra sui “Tesori” della maison, terminata a febbraio e in procinto di sbarcare a Torino (domani l’inaugurazione). Mantenuta dunque la promessa: Gianmaria Buccellati, presidente della Fondazione, e la consorte Rosa Maria, hanno concretizzato l’intenzione di lasciare in comodato al museo 34 opere, già visibili nelle vetrine della struttura.

Oggetti di grandissimo valore sia per il loro aspetto artistico, sia per i materiali pregiati impiegati, che coprono tutto l’arco temporale dell’attività della casa che prende l’avvio dopo la Prima guerra mondiale con il padre di Gianmaria, Mario Buccellati.

“Coppa della Regina”, 2002, in cristallo di rocca e oro giallo con zaffiri multicolore
“Coppa della Regina”, 2002, in cristallo di rocca e oro giallo con zaffiri multicolore

Oltre che nella gioielleria, Mario Buccellati si cimenta anche nella produzione di sculture e argenti, sente il richiamo dell’archeologia e in particolare dei capolavori dell’oreficeria romana antica e, ispirato dal tesoro di coppe d’argento rinvenuto nella villa di età romana di Boscoreale, crea negli anni 1922-1924 otto coppe cercando di riprodurre le antiche tecniche orafe.

In quegli anni il suo cliente più celebre fu sicuramente Gabriele d’Annunzio, che commissionò alla maison gioielli e oggetti. Testimone della grande esperienza manifatturiera italiana, la collezione della Fondazione Gianmaria Buccellati raccoglie e conserva creazioni di straordinario valore artistico e culturale, come le preziose coppe, gli oggetti ornamentali o i disegni originali di Mario e Gianmaria Buccellati.

Uno degli oggetti esposti alla mostra "I Tesori della Fondazione Buccellati". Tiara sforata a tulle, 1929, in argento platinato e foderato in oro giallo, incassato con brillanti e diamanti taglio rosa
Uno degli oggetti esposti alla mostra “I Tesori della Fondazione Buccellati”. Tiara sforata a tulle, 1929, in argento platinato e foderato in oro giallo, incassato con brillanti e diamanti taglio rosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *