di


Finaest.com, eccellenze Made in Italy dal web alla boutique

La piattaforma di marchi storici e designer emergenti apre a dicembre il primo flagship store nell’ Emirato di Sharjah. Entro fine anno un punto vendita anche a Torino

finaest.com Render boutique Emirati

(Il render della boutique Finaest.com nell’Emirato di Sharjah)

Dal web al negozio fisico: compie un giro insolito ma vincente Finaest.com, la piattaforma di marchi storici italiani e giovani designer emergenti fondata nel 2013 da un giovane imprenditore, Luca Gianmaria Catalano, che volendo combinare tradizione ed innovazione, ha deciso di intraprendere questo progetto con una boutique online in grado di valorizzare e promuovere l’Italia all’estero, attraverso la sua artigianalità e creatività. Oggi il suo progetto si espande con l’apertura di una boutique nell’Emirato di Sharjah per poi sviluppare tutto il canale mediorientale in partnership con l’ente governativo Shurooq, il quale si occupa dello sviluppo economico dell’Emirato di Sharjah.

finaest.com Render boutique Emirati

(Un’altra visuale della boutique Finaest.com nell’Emirato di Sharjah)

Catalano ha creato un società con Marwab Al Sarkal, figura di rilievo dell’ente governativo che patrocina l’Emirato di Sharjah, il quale aiuterà Finaest.com per l’operatività e lo sviluppo del marketing e ITC in Medio Oriente. La boutique sorgerà nell’area più esclusiva dell’Emirato di Sharjah,  nel Souq Al Shanasiyah, completamente riqualificato e modernizzato grazie all’emiro Sultan III bin Muhammad al-Qasimi. Sarà la prima boutique degli Emirati: nei piani dell’azienda vi è difatti l’intenzione di espandersi ulteriormente nel Middle East.

Lux Hub_Luca Gianmaria Catalano picEntro fine anno, inoltre, Finaest.com aprirà un secondo spazio offline, questa volta in Italia e nello specifico a Torino in via Della Rocca, una delle vie più esclusive della città creando così un vero e proprio HUB del Made in Italy all’interno di uno palazzo d’epoca sviluppato su due piani di più di 200 metri quadri con all’interno un’area espositiva destinata alla vendita.

Ad oggi, i mercati di riferimento di Finaest.com sono: USA (25%), Italia (18%), UK (10%), Germania (10%), Francia (8%) e Australia (8%) per un fatturato del 2014 di 150.000 euro. Nel 2015 la società si aspetta di chiudere il fatturato sopra i 200.000 euro anche grazie all’investimento del Club degli Investitori con valutazione Finaest di oltre 1 milione di euro. Dopo quasi due anni e mezzo dal lancio del progetto il fondatore, Luca Gianmaria Catalano (in foto a sinistra), ha voluto puntare su uno sviluppo offline, step imprescindibile per valorizzare e far percepire al massimo la qualità dei prodotti presenti sulla piattaforma e veicolare al meglio un’idea imprenditoriale.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *