di


FiloRosso Bijoux raddoppia: nuova veste e nuovi contenuti

Primo appuntamento a Isola, la conclusione a Muggia: in mostra le opere di Nenad Roban, Vered Babai e dei partecipanti alla quarta edizione del concorso

FiloRosso Bijoux_

Cresce e si espande il concorso FiloRosso Bijoux, la manifestazione dedicata al gioiello contemporaneo che, in occasione della sua quarta edizione, raddoppia: si parte venerdì 13 maggio e, grazie alla collaborazione tra il Comune di Muggia e il Comune sloveno di Isola, e al sostegno della Provincia di Trieste, unirà le due città attraverso il bijou. Un filo che sarà assicurato anche volta da un servizio navetta che collegherà le due città.

Il concorso si presenta quest’anno con una nuova veste e nuovi contenuti per l’edizione di primavera: FiloRosso presenta le opere di Nenad Roban, maestro orafo croato e membro della giuria nella prima edizione della biennale, con una selezione dei suoi lavori realizzati in trent’anni di carriera che dalla sua formazione all’Accademia Reale di Belle Arti in Belgio lo hanno portato a creare, insegnare, fotografare il gioiello contemporaneo; alla Galleria “Drat” di Isola, invece, saranno in mostra i lavori dell’artista orafa israeliana Vered Babai che per l’occasione presenta anche il suo nuovo e poetico catalogo con in copertina un non casuale filo rosso.

FiloRosso Bijoux_5 Le Mie Origini. - My Roots. Silvia Valenti
Collier “Le Mie Origini” – My Roots, di Silvia Valenti

Le opere degli artisti partecipanti al concorso saranno invece protagoniste negli spazi di Palazzo Manzioli – sede della Comunità Autogestita della Nazionalità Italiana di Isola. Più di 80 artisti si sono iscritti al concorso, più di 70 opere sono state relizzate e inviate. Come si svolge il concorso? Ogni artista riceve un pezzo di stoffa che sceglie sul web e realizza la sua opera che poi invia per l’esposizione finale. Ad aggiudicarsi il premio di questa edizione, il pan del collare “Peter Pan” della francese Alix Tran, che ha raccolto l’unanimità della giuria.

Filorosso Bijoux_opera di Alix Tran Premio FiloRosso 2015-2016
L’opera di Alix Tran, Premio FiloRosso 2015-2016

Tra gli artisti che hanno partecipato a quest’edizione ​si segnalano, tra gli altri, ​Sébastien Carè, premio Jeune créateur à Parigi nel 2015; Gigi Mariani, maestro orafo Primo premio “Joya ” a Barcellona nel 2014 che ho presentato anche a parigi nell’ambito della manifestazione “Circuit Bijoux” nel 2013; Flavia Eleonora Michelutti, artista tessile, premio “Montrouge” nell’ambito di Miniartextile nel 2013 e vincitrice del premio FiloRosso nel 2011​; ​Angelo Verga, vincitore dell’edizione 2013 di FiloRosso; Barbara Uderzo che ​con un suo anello ​della collezione “​​Blob​-ring”​ è stata l’immagine di FiloRosso a Parigi nel 2013.

FiloRosso Bijoux_Silvia Beccaria_mora d' inverno 2014
Silvia Beccaria, Mora d’inverno, 2014

In mostre dunque tutte le opere segnalate dalla giuria internazionale che le ha valutate, giuria composta da Vered Babai, Marianne Gassier, blogger, Jean-Yves Le Mignot, fondatore dell’Accademia Europea del Gioiello Contemporaneo, Giovanni Micera, direttore di Preziosa Magazine e Agatha Ruiz de la Prada, stilista spagnola e madrina d’eccezione. Creatività, fantasia, ironia, delicatezza e poesia sono le parole che la giuria ha utilizzato per definire i lavori presentati. I testi degli stessi artisti accompagnano le fotografie delle opere raccolte. Un omaggio a Vered Babai e a Silvia Beccaria illustra in bianco e nero il loro lavoro mentre la quarta di copertina è dedicata al maestro Nenad Roban.

La serata inaugurale si concluderà con un concerto del coro “Clara Schumann” a cura dell’Associazione Senrendae Ensemble e presentato nell’ambito della manifestazione “Muggia in Musica 2016”. Le mostre saranno visibili sino al 5 giugno alla galleria “Drat” di Isola e al Museo d’arte moderna “Ugo Carà” a Muggia dove Silvia Beccaria, artista tessile italiana che espone anche alla XXI Triennale di Milano, è il “coup de cœur” con le sue gorgiere di richiamo rinascimentale, mentre a palazzo Manzioli la mostra collettiva resterà visitabile fino al 23 maggio.

FiloRosso Bijoux_Reliquiario_Flavia Eleonora Michelutti
Reliquiario, di Flavia Eleonora Michelutti

“Il gioiello, spesso piccolo oggetto indossato, riassume in sè molteplici valenze e riflette nella sue forme e nei suoi contenuti significati sociali, politici, regligiosi ma anche emotivi, sentimentali, famigliari – afferma Isabella Bembo, curatrice della manifestazione è un anello di congiunzione tra pubblico e privato, tra l’interiorità e l’esteriorità, tra l’essere e l’apparire”.

Filorosso Bijoux_Organic-Matter-SebastienCARRE
Organic Matter, di Sebastien Carré
Filorosso Bijoux_NenadRoban_lotto
Nenad Roban, Lotto
Filorosso Bijoux_Galit Einav -Etudes of tranquillity
Galit Einav, Etudes of tranquillity
Filorosso Bijoux_Petra Bole - Slovenia The ​Growth of life
Petra Bole, The ​Growth of life
Filorosso Bijoux_Vered Babai - Corvi Anelli
Vered Babai, Corvi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *