di


Festa dei 30 anni del Club degli Orafi

Sessione di lavoro all’Hotel Monaco

Sono 30 gli anni che il Club degli Orafi ha voluto festeggiare al Guggenheim di Venezia. Trenta anni portati molto bene e che il Club festeggia con un rinnovamento della propria missione. Questa rivoluzione riguarda il rinascimento del gioiello italiano che si fonda su tre “erre” su cui puntare per rilanciare la gioielleria italiana nel mondo: radici, responsabilità e ricerca. Fondato nel 1980 e formato da una trentina di soci altamente selezionati e interpreti in maniera trasversale di tutta la filiera del settore, il Club è nato per sostenere uno dei settori più rappresentativi del made in Italy all’estero: la gioielleria di qualità. I dati sono favorevoli: leader mondiale nell’export, la voce Gioielli e affini si posiziona tra le prime 20 voci della bilancia commerciale, l’Italia nel corso del 2010 ha finalmente registrato un’inversione di tendenza nel fatturato finalmente in risalita. Da qui la regola delle tre R: l’Italia raccoglie la sfida dei Paesi produttori a basso costo puntando sull’unicità di un prodotto di grandissima tradizione (Radici), garantito dall’eccellenza e da un’etica di prodotto (Responsabilità) e proiettata in un futuro innovativo di stile e di mercati (Ricerca). In occasione della festa dei 30 anni al Guggenheim di Venezia è stato dato il via a programmi che si avvalgono della collaborazione di partner operativi come Enti di ricerca, finanziari, governativi, universitari e fieristici. Tutto in nome de “L’intelligenza italiana”.

Il Presidente Luciano Mattioli
Sessione di lavoro al Guggenheim
Esterna del Guggenheim

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *