di


Federazione orafi campani, protocollo d’intesa con la Cciaa per le controversie in tribunale

Il presidente della Foc de Laurentiis ha siglato l’accordo con l’azienda speciale S.I. Impresa: a Napoli l’unico test riconosciuto per l’intera regione

protocollo-intesa-foc_camera-commercio_firma-compressor
La firma del protocollo d’intesa tra la Federazione Orafi Campani e l’azienda speciale S.I. Impresa: da sinistra, Roberto de Laurentiis, presidente Foc; Girolamo Pettrone, amministratore unico S.I. Impresa

La Federazione Orafi Campani e il laboratorio merceologico della Camera di Commercio di Napoli fanno squadra per coordinare le rispettive attività nei servizi connessi ai metalli preziosi: è stato siglato un protocollo d’intesa tra la Foc, che riunisce oltre 400 aziende del settore orafo, e l’azienda speciale S.I. Impresa che coadiuva le aziende nei percorsi di internazionalizzazione e della formazione e che attraverso il suo Laboratorio Chimico Merceologico esegue analisi e controlli su merci e prodotti, emette certificati per le analisi anche nel campo dei metalli preziosi, effettuando in questo settore anche le attività di vigilanza e controllo per conto dell’ente camerale.

La firma è avvenuta in Camera di Commercio tra il presidente della Foc Roberto de Laurentiis e l’amministratore unico di S.I. Impresa Girolamo Pettrone. “In caso di controversie con clienti o fornitori, i certificati d’analisi del Laboratorio sono gli unici riconosciuti dal Tribunale ed esiste solo a Napoli per tutta la Campania. È una forma ulteriore di tutela sia per il consumatore sia per l’imprenditore, oltre che per i periti”, spiega de Laurentiis.

Per chi abbia bisogno di test e prove sui metalli preziosi, su leghe, rifiuti e scarti di lavorazione  – si tratti di privati o di aziende – o di verifica del titolo di oro e argento (dalla materia prima al prodotto finito) e anche il nichel in osservanza alla normativa sulla disciplina di titoli e marchi, il laboratorio chimico merceologico emette certificati dotati di validità giuridica presso organi di stato, dogane e istituzioni pubbliche. Dal canto suo, la Federazione orafi campani è impegnata da anni a sostegno della trasparenza del mercato come strumento di crescita dell’intero comparto.

Con l’accordo, la Foc e il laboratorio si impegnano ad attivare una collaborazione sistemica e strutturata, a creare un sistema condiviso di conoscenze e assicurare il rafforzamento delle attività del laboratorio nel settore dei metalli preziosi; a permettere il rilascio di servizi propri del sistema camerale ad un numero crescente di imprese del settore su tutto il territorio regionale.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *