di


Ex manager di Tiffany & Co. rubava e rivendeva i gioielli: arrestata

Fino a febbraio scorso, data in cui ha smesso di essere una dipendente, ha sottratto anelli, collane e spille: è stata arrestata l’ex manager di Tiffany & Co. accusata di aver rubato gioielli per 1,3 milioni di dollari. Ingrid Lederhaas-Okun, 46 anni, era vicepresidente per lo sviluppo dei prodotti: grazie all’accesso privilegiato a casseforti e cassette blindate avrebbe sottratto circa 165 pezzi di grande valore.

Secondo quanto riportato dal New York Post, molti dei gioielli trafugati dal celebre negozio sulla Quinta Strada a New York sarebbero stati già venduti a un rivenditore internazionale: i furti di cui è accusata, e per cui rischia 20 anni di carcere, sono avvenuti tra il novembre 2012 e il febbraio 2013, quando la Lederhaas-Okun è stata scoperta e licenziata.

Ora è finita in manette e presto dovrà comparire davanti alla Corte federale di Manhattan. Secondo le autorità ha mentito per giustificare la scomparsa dei gioielli, rivenduti a una società non ancora identificata. A ‘tradirla’, l’inventario: l’ex dirigente è ora accusata di frode telematica e trasporto interstatale di beni rubati.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *