di


Evasione, Bulgari a rischio processo: si decide il 6 maggio

Il pm Carlo Canaia ha chiesto il rinvio a giudizio Paolo e Nicola Bulgari, eredi del fondatore Sotirios (e altri 11 indagati): spetterà al Giudice per l’udienza preliminare valutare la solidità dell’impianto accusatorio e quindi eventualmente dare il via al processo per un’evasione fiscale da 55 milioni di euro. Tutte le persone coinvolte, secondo il pubblico ministero, sarebbero intervenute a vario titolo per architettare il sistema che avrebbe permesso alla società di sottrarre risorse al fisco nel periodo 2008-2011.

Dal punto di vista amministrativo Bulgari chiuse l’accordo con il Fisco versando 42 milioni di euro. Dal punto di vista penale, alla base delle indagini della Procura, come riportato dal Corriere della Sera, una presunta triangolazione Svizzera-Irlanda-Italia: nella nazione elvetica si trova la “Bulgari Global Operation“, affiancata a partire dal 2008 dalla “Beire” -Bulgari Ireland Ltd – che ha sede a Dublino. Un artificio congegnato, secondo gli inquirenti, per far figurare i ricavi tra i bilanci della società irlandese, visto che sull’isola la tassazione è solo del 12,5% mentre in Svizzera è del 33. L’esito della richiesta dovrebbe essere reso noto il 6 maggio, data fissata per l’udienza preliminare.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *