di


Etica e gemme, a Napoli un seminario per migliorare i punti vendita

Ieri l’incontro con 70 operatori organizzato da Gemtech in collaborazione con la Federazione Orafa Campana, Federpreziosi e Consorzio Borgo Orefici

Seminario

(Da sinistra, Francesco Sequino, docente IGI Anversa, e Paolo Minieri, presidente Gemtech)

Oltre settanta operatori, circa il doppio di quelli attesi, hanno preso parte ieri al primo appuntamento del ciclo di seminari organizzato dall’associazione Gemtech in collaborazione con la Federazione Orafa Campana, Federpreziosi e Consorzio Borgo Orefici. Introdotto da Paolo Minieri, presidente di Gemtech, a parlare ai gioiellieri arrivati a Napoli da tutta la Campania e anche da regioni limitrofe, è stato Francesco Sequino, responsabile didattico Gemtech e docente accreditato IGI Anversa.

Il seminario di ieri rientra nel quadro di un percorso innovativo recentemente lanciato dall’associazione campana che vuole condividere con gli operatori professionali le linee guida per migliorare in senso etico i punti vendita. Sequino ha così percorso un viaggio nell’intricato mondo dei trattamenti dei diamanti.

Foc Gemtech

Il tutto alla luce dei più recenti casi che hanno creato disorientamento nel pubblico, in particolare la notizia di trattamenti sconosciuti di colore certificati da alcuni laboratori del Gemological Institute of America. L’incontro è stato anche l’occasione per presentare lo sportello etico della Foc.

La Federazione Orafa Campana, rappresentata dal presidente Roberto de Laurentiis, ha rilasciato ai presenti un Attestato Nominativo di frequenza firmato da docenza e rilasciato quale documento utile a comprovare la preparazione dei punti vendita alle esigenze di corretta informazione gemmologica a tutela dei consumatori. A breve saranno resi noti i prossimi appuntamenti con l’aggiornamento ideato da Gemtech.

Gemtech


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orizzontale AMERICA