di


Eli Izhakoff lascia a giugno la presidenza del World Diamond Council

Dopo 13 anni a capo dell’organizzazione internazionale concluderà il suo mandato: la decisione già annunciata lo scorso maggio a Vicenza

È arrivato l’annuncio ufficiale: Eli Izhakoff concluderà il suo mandato come presidente del World Diamond Council il prossimo 30 giugno, dopo 13 anni consecutivi a capo dell’organizzazione di diamanti e gioielli.

La decisione di Izhakoff, giustificata da motivazioni del tutto personali, non è stata improvvisa. Aveva già informato il consiglio di amministrazione del WDC durante il meeting annuale dell’organizzazione che si svolse a Vicenza lo scorso maggio, affermando che ci sarebbe stato tempo sufficiente per individuare un successore e garantire una transizione graduale.

“È stato un periodo spesso difficile, ma sempre entusiasmante della mia carriera – ha detto il presidente del World Diamond Council – e ne sono immensamente orgoglioso. Il World Diamond Council, che è stato creato in risposta a una delle più gravi crisi per affrontare il nostro settore, non solo è stato determinante nel creare il sistema che ha bloccato il flusso di diamanti insanguinati verso il commercio legittimo, ma ha anche cambiato il modo in cui viene visto il nostro ruolo di comunità imprenditoriale. Ha anche cambiato il modo in cui veniamo considerati dai nostri stakeholder e dai consumatori”.

“Ho avuto il privilegio di servire come presidente fin dall’inizio, ma è giunto il momento per me e per il World Diamond Council di andare avanti – ha dichiarato in una nota ufficiale Izhakoff -. Dopo 13 anni il WDC si sta preparando per il futuro. Un comitato direttivo che ho nominato lo scorso anno sta lavorando a riforme che rafforzino la nostra organizzazione, e ho intenzione di garantirne l’adozione entro il 30 giugno. Il WDC è in continua evoluzione e con lo stesso spirito di rinnovamento credo che un nuovo presidente dovrebbe assumersi la responsabilità”.

Izhakoff ha detto anche che ha intenzione di continuare a partecipare attivamente alla vita dell’industria di diamanti e gioielli, e che continuerà a sostenere la missione e i principi del World Diamond Council.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *