di


Eleonora Ghilardi: ogni mia creazione ha un concept, un filo conduttore

In Secret Garden, tra le sue iconiche creazioni, ha messo insieme porcellana e licheni stabilizzati

Eleonora Ghilardi

La porcellana modellata a mano, la lavorazione a lume del vetro, la resina e il biocemento I.Active (utilizzato per la costruzione del padiglione Italia ad Expo 2015) sono nella ricerca della scultrice ed art design Eleonora Ghilardi, indipendentemente dalle dimensioni spaziando l’artista liberamente dai complementi d’arredo al gioiello. Ma è proprio il gioiello a stuzzicare la sua creatività che nel 2011 ha portato alla nascita di una delle sue linee iconiche: SECRET GARDEN, per la quale ha messo insieme porcellana e licheni stabilizzati, una identità creativa di cui hanno parlato prestigiosi magazine e che è stata argomento di tesi di laurea, oltre che protagonista di alcuni momenti espositivi in Italia ed all’estero.

Secret Garden

L’iscrizione alla Scuola Orafa è stato un altro successivo passo che l’ha avvicinata alla microfusione a cera persa, una antica tecnica che ha caratterizzato alcune sue collezioni e pezzi unici, perlopiù in bronzo, per la lucentezza che può mutare con il ph della pelle di chi indossa il gioiello.

Bonsai Rings

Bonsai Rings

Dandelion Earrings

Dandelion Earrings

Sakura rings

Sakura rings

Loading image... Loading image... Loading image...

Le sue creazioni sono elementi narrativi presentati in numerosi eventi e fiere del settore, nazionali ed internazionali, ed esposti in diverse gallerie e show-room (tra essi ‘Gioielli alla Moda’, Palazzo Reale di Milano; Gioielli di Gusto, palazzo Morando Milano), e pubblicate in riviste come Vanity Fair, WKorea, Marie Claire, Fashion.

www.eleonoraghilardi.com

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *