di


Elenoire Casalegno,

Come una ventata di freschezza

C’È CHI ANCORA SOSTIENE CHE BELLEZZA E INTELLIGENZA NON STANNO BENE INSIEME


Acuta, simpatica e dalla risposta immediata. Pragmatica? Niente affatto, Elenoire ha un animo molto sensibile dentro un corpo scultoreo ed una presenza di gran classe. E a chi ancora sostiene che bellezza e intelligenza non stanno bene insieme, lei è la dimostrazione che questo luogo comune non ha alcun motivo di esistere. Ha accettato di rispondere alle mie domande e prima di ogni altra cosa, contrariamente a quanto ci si aspetterebbe da una donna affascinante e di successo, ha aperto il cuore sul suo essere mamma.

Il primo pensiero al mattino?

Mia figlia, senza alcun dubbio. Sono mamma e non posso che rivolgere a lei il mio primo pensiero. E non solo quello.

Mai senza?
Un ciondolo che mi regalò mia nonna. Un gioiello antico a cui tengo molto, al di là del suo valore materico.

Se tornasse indietro cosa non farebbe?
Rifarei tutto. Non fa parte di me il pentimento. I sensi di colpa servono solo a tormentarti l’animo e non portano a niente.

Per un lungo viaggio cosa porterebbe con sé?
Un libro. Lo porto sempre con me, e poco importa se mi allontano da casa per lungo tempo o per un giorno solo. La scelta è dettata unicamente dal mio stato d’animo del momento.

Qual è il suo rapporto con i gioielli?
Mi piacciono molto ed è interessante la loro capacità di rappresentare la personalità di chi li indossa. Sono ornamenti che si lasciano caricare di significati. Ti completano.

eleonoire casalegno 2

Se dovesse regalarne uno punterebbe al design o ad un oggetto classico?
Ad ogni regalo do un significato preciso perché mi piace motivarne la scelta. Penso a chi lo riceve indipendentemente se a me può piacere oppure no. Non è mai un acquisto fatto a caso… mi piace contestualizzarlo.

Cosa è la femminilità?
La parte più intima di una donna. E non ha niente a che vedere con l’abito, il trucco o chissà cos’altro. È qualcosa che si ha dalla nascita e che cresce con te.

Qual è il suo hobby?
Dipingo. Acrilico su tela, e mi piace sperimentare, per questo mi diverte contaminare soggetti e materie.

Cosa è tabù?
La paura di affrontare se stessi.

Un aggettivo per definirsi?
Romantica

Una qualità che non deve mancare in un uomo?
La generosità, un aspetto che si lega strettamente all’altruismo. Almeno dovrebbe essere così. (ride)

Un momento che definirebbe significativo nella sua carriera?
Ogni momento mi ha dato qualcosa, anche quando mi ha tolto qualcosa. Tutto diventa importante perché tutto ti aiuta a crescere.

L’ultimo pensiero prima di addormentarsi?
Spero di aver fatto al meglio tutto quello che avevo da fare.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *