di


E-commerce, una nuova piattaforma a tutela dei consumatori

Lanciata il 9 gennaio, sarà attiva dal 15 febbraio: con un semplice click si potranno risolvere anche le controversie transfrontaliere nate on line

commissione europea

E-commerce, in arrivo un nuovo strumento a tutela dei consumatori. La Commissione europea ha appena lanciato una nuova piattaforma per la risoluzione alternativa delle controversie online, attiva dal 9 gennaio: gli organismi di risoluzione alternativa delle controversie (organismi Adr) notificati dagli Stati membri possono già accreditarsi, mentre consumatori e professionisti avranno accesso a partire dal prossimo 15 febbraio.

Risolvere eventuali controversie nate sul web sarà semplicissimo: consumatori e professionisti potranno presentare un reclamo online, e gli organismi Adr faranno da arbitri tra le parti per risolvere il problema senza arrivare in tribunale. I siti di commercio elettronico dovranno indicare obbligatoriamente il link alla procedura.

Lo scopo è quello di rendere le controversie concernenti gli acquisti online tra consumatori ed esercenti le più rapide possibili. Una volta attiva anche per i consumatori, in caso di problematica, gli utenti potranno risolvere le loro controversie  – anche quelle transfrontaliere – in pochi click. Grazie a questa nuova piattaforma, l’Unione Europea punta, anche, a migliorare la fiducia dei consumatori negli acquisti online spingendo ulteriormente sulla loro diffusione, offrendo contestualmente un  input alla realizzazione di un mercato unico digitale.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *