di


Dopo Roma il Tesoro di San Gennaro vola a Parigi

Per la prima volta fuori dai confini italiani una selezione della immensa collezione realizzata nel corso di 700 anni di donazioni

Per la prima volta uscirà dai confini italiani: vola a Parigi la mostra “Il tesoro di Napoli – I capolavori del Museo di San Gennaro”  dal 19 marzo al 20 luglio. Sarà il Museo Maillol ad ospitare 90 pezzi del Tesoro di San Gennaro, attualmente ancora esposti nelle sale di Palazzo Sciarra nella Capitale (fino al 16 febbraio).

“Le trésor de Naples. Les Joyaux de San Gennaro”, curata da Paolo Jorio, direttore del Museo di San Gennaro, e dallo storico francese dell’arte Jean-Loup Champion con una raffinata scenografia firmata da Hubert Le Gall, è stata presentata ieri all’ambasciata d’Italia a Parigi. Ospiti dell’ambasciatore Giandomenico Magliano, Olivier Lorquin, presidente della Fondation Dina Vierny, e Patrizia Nitti, direttrice del Museo Maillol.

Parigi, la presentazione della mostra “Le trésor de Naples. Les Joyaux de San Gennaro”

La selezione di pezzi (parte dei 21.610 capolavori che costituiscono il Tesoro di San Gennaro, formatosi attraverso 700 anni di donazioni tra papi, imperatori, re, ma anche ex voto popolari, il cui valore storico supera quello dei Gioielli della Corona d’Inghilterra e dello Zar di Russia) come la Mitra, creata nel 1713, in argento dorato, 3326 diamanti, 164 rubini, 198 smeraldi e 2 granati.

Mitra, Matteo Treglia (1713): argento dorato, diamanti, rubini, smeraldi e granati

Tra i gioielli esposti, la Collana di San Gennaro, uno dei gioielli più preziosi al mondo. Il percorso espositivo ripercorre l’evoluzione del culto del Santo patrono di Napoli, al quale i napoletani hanno fatto voto in cambio di protezione contro le eruzioni del Vesuvio realizzando l’inestimabile Tesoro, e lo sviluppo dell’arte orafa partenopea che si è perfezionata nei secoli.

Collana di San Gennaro, Michele Dato (1679-1879): oro, argento e gemme

La mostra è finanziata dalla Camera di Commercio di Napoli. “Un tesoro d’inestimabile per la prima volta, dopo settecento anni, può essere ammirato fuori dal territorio italiano – ha dichiarato il presidente dell’ente camerale partenopeo Maurizio Maddaloni -. San Gennaro approda a Parigi con una mostra di eccezionale valore che mette in luce non solo i capolavori del celebre tesoro custodito all’interno del Duomo di Napoli, ma anche gli aspetti storici, artistici e culturali legati al santo più famoso e conosciuto al mondo con venticinque milioni di devoti sparsi nei cinque continenti. Grazie all’impegno della Camera di Commercio di Napoli, nella capitale francese sarà possibile vivere l’esperienza unica e irripetibile di ospitare i pezzi pregiati del tesoro lungo un percorso di emozioni legate indissolubilmente con la storia, ma anche con il presente e il futuro del capoluogo partenopeo”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *