di


Dopo lo smartwatch, arriva (forse) l'Apple ring

Depositata la domanda di brevetto per un anello connesso a dispositivi elettronici più grandi: display touch e ricetrasmettitore wireless

Apple_ring

Un tempo (non molto lontano) è stato lo smartwatch, oggi la Apple potrebbe essere pronta a inserirsi in un nuovo segmento con uno smartring. O meglio, come recita il brevetto depositato dalla società di Cupertino all’apposita agenzia americana con data primo ottobre, con un “Ring Computing Device”. Nel documento di presentazione del prodotto, si parla di un dispositivo elettronico montato su dito che include un processore, un ricetrasmettitore wireless e una fonte di carica.

Secondo il progetto, con un tocco sul display touch si selezionano diversi input e si trasmette un comando al dispositivo elettronico esterno. L’anello, qualora realmente messo in produzione, comunicherebbe comunque con dispositivi esterni più grandi, come il telefono. Potrebbe essere inoltre prevista la possibilità di un microfono per dettare comandi vocali. Tra le altre ipotesi, la possibilità per l’anello di individuare ciò che si sta scrivendo, seguendo il movimento della mano.

Va precisato però che si tratta semplicemente di una domanda di brevetto, che in sé non basta a supporre una produzione. Tuttavia, il deposito mostra quanto meno che Apple ha in mente nuove frontiere, già oggetto di studio dei suoi team di progettazione.

Apple


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *