di


DiValenza, un gioiello a sostegno di chi combatte il Covid-19

Una iniziativa in collaborazione con JOYITALIANLUXURY


Continuano le dimostrazioni di generosità.

A scendere in campo contro il Covid-19 anche il Consorzio del marchio orafo DiValenza che ha organizzato una vendita speciale di gioielli realizzati a mano nel distretto orafo di Valenza il cui ricavato sarà devoluto all’ospedale “SS Antonio e Biagio e Cesare Arrigo” di Alessandria, “Unità mesoteliari e tumori rari”, diretto dalla dr.ssa Federico Grosso, per aiutare i malati che, una volta terminata l’emergenza Covid-19, avranno bisogno ancor di più di supporto psicologico.

Da mercoledì 1 Aprile sulla piattaforma JoyItalianLuxury (www.joyluxury.it) sono disponibili tre bracciali con cordino regolabile, uno spillino da giacca, due collane con cuore grande e una collana con cuore più piccolo, tutti in oro rosa, brillanti e smalto tricolore.

Questi gioielli sono stati realizzati per il tradizionale evento benefico Convivio 2018, sostenuto da Franca Sozzani, per anni direttrice di Vogue Italia, e ora di nuovo acquistabili, sempre con un nobile scopo (saranno messi in produzione appena le aziende del distretto orafo di Valenza riprenderanno la produzione). L’orafo diValenza  che ha realizzato i gioielli parteciperà donando gran parte del costo del gioiello mentre JoyItalianLuxury (il negozio virtuale del marchio DiValenza) devolverà l’intera sua quota e rinunciando quindi a qualsiasi margine.

“Sono molto felice che il DiValenza abbia scelto di donare al reparto di oncologia dell’ASO di Alessandria il ricavato della vendita dei gioielli. Nella nostra struttura già in situazioni normali la gestione dei ricoverati richiede un impegno particolare. Cerchiamo di garantire loro una assistenza a 360 gradi, facendoci carico anche di tutto ciò che concerne gli aspetti psicologici. I pazienti oncologici sono spesso caratterizzati da una fragilità, e certamente il periodo di emergenza che stiamo vivendo andrà ad incidere sul loro equilibrio. Passata l’emergenza Covid-19 avremo bisogno di un supporto psicologico per tutti i nostri pazienti e caregivers,  sia per chi è stato colpito dal virus, sia per chi lo ha vissuto da spettatore. Utilizzeremo quindi i fondi raccolti proprio per questo scopo”. Ha dichiarato la dr.ssa Federica Grosso responsabile del reparto mesoteliomi e tumori rari dell’Ospedal.

www.divalenza.it


1 commento

  1. ADOR-Associazione Designers Orafi says:

    Nice memo 4 all .


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *