di


Dior, nastri e fiocchi preziosi nella collezione Caprice

Prosegue la tradizione di gioielleria lanciata dal fondatore della maison: quattro nuovi pezzi in oro bianco con diamanti e zaffiri

Dior, bracciale della collezione Caprice
Dior, bracciale della collezione Caprice

Una lunga tradizione accompagna la creazioni di gioielli Dior. Già nel 1947 il fondatore del brand, Christian, con la collezione Corolle, abbellì le silhouettes  nelle sue sfilate di moda, tra “fiumi di diamanti, (…) collane preziose con motivi intrecciati e riccamente decorate con perle nere”. Gioielli non sempre preziosi, ma che hanno dato vita a quegli accessori che oggi identifichiamo con il nome di “couture jewelry”.

Orecchini della collezione Caprice di Dior
Orecchini della collezione Caprice di Dior

A distanza di oltre mezzo secolo gli artigiani dell’atelier parigino combinano ancora diamanti, rubini, smeraldi, zaffiri, tormaline, spinelli, morganiti o acquamarine: colori, volumi, accumuli ed eccessi, tutto era già lì ai tempi di Christian Dior, in un dialogo con il presente incarnato dalla fantasia della designer Victoire de Castellane.

Il collier Caprice
Il collier Caprice

Dior Fine Jewellery continua a interpretare tutti i codici e i valori della maison, con le collezioni Mitza, Oui, Diorama, Cygne, ArchiDior. Oggi, a essere “rispolverata” in un legame senza tempo con il passato è la collezione Caprice, in cui nastri e fiocchi vengono resi preziosi da diamanti e zaffiriQuattro nuovi gioielli arricchiscono la linea in oro bianco, dove i punti luce sono scanditi dal blu delle pietre preziose.

L'anello Caprice di Dior
L’anello Caprice di Dior

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *