di


Digitale, personalizzato e divertente: ecco il retail del futuro

Primo report sui global trend del lusso diffuso dall’osservatorio LuxHub: nuovi mercati come l’Africa e una fascia netta di prezzi i punti di forza

jewelry store business

Il futuro del canale retail si muoverà su tre assi: il digitale, la personalizzazione e l’intrattenimento. È ciò che emerge dal primo report sui global retail trends nel lusso diffuso dall’osservatorio globale di LuxHub su Research & Insights. Nei prossimi 3-5 anni, la continua evoluzione dello scenario del dettaglio nel settore del lusso sarà guidata da una serie di linee guida che mirano sempre di più a soddisfare i bisogni del consumatore.

Tre dunque, secondo il LuxHub, le direttrici su cui evolverà il retail: cresce la funzione di guida del canale digitale, sia nella ricerca sia nel riassortimento dei prodotti preferiti. I negozi fisici cercheranno progressivamente di offrire ai propri clienti offerte sempre più personalizzate e che ottimizzino il loro tempo come gli express counters, i “top 10 product” style kiosks e i personal shoppers. A completare il quadro della shopping experience del lusso, l’intrattenimento. Lifestyle e teatro sul punto vendita e contenuti speciali sul digitale.

Quanto alle destinazioni geografiche, l’instabilità dell’Europa ed i rallentamenti in Russia e in Cina spingono verso nuove aree come l’Africa. Mentre brand del lusso come Zegna e Hugo Boss hanno recentemente aperto negozi a Lagos, in Nigeria, deputato ad essere il nuovo “luxury hotspot”, i venditori online stanno esportando prodotti nel Continente e stanno cominciando a investire in strategie di marketing in questa regione.

Il turismo resta una fonte importante per il lusso: è particolarmente vero in Europa, dove i brand del lusso contano sempre di più sui viaggiatori internazionali per incrementare le vendite, in primis cinesi, russi, arabi, americani e ora anche turisti dall’Africa. Indicativamente i turisti rappresentano per le vendite del lusso il 50% in Italia, il 60% nel Regno Unito, il 55% in Francia.

I brand del lusso abbandonano gradualmente la trasversalità: in passato, coprivano con i loro prodotti un’ampia fascia di prezzo. Ora il trend va sempre più verso una netta posizione: o l’accessibilità o l’ultra-lusso. Anche sulle piattaforme digitali i brand hanno bisogno di essere vissuti in maniera più personale: la rapida crescita di Instagram, live streaming, e i “dietro le quinte” lasceranno ai consumatori la sensazione di avere già sperimentato tutto. I brand vengono ora sfidati a creare esperienze davvero personali.

“È chiaro che i brand del lusso avranno bisogno di promuovere una comunicazione indirizzata ad ogni singolo cliente e di creare eventi esperienziali per portare i consumatori sul punto vendita – spiega Isabelle Harvie-Watt, Global CEO LuxHub (in foto a sinistra) -, da una parte focalizzandosi sulla tecnologia e i device mobile per i turisti che acquistano all’estero, e dall’altra monitorando l’influenza della generazione dei Millenial. I brand del lusso che accettano la sfida data dall’apertura del mondo digitale dovranno focalizzarsi sulla creazione di interazioni e contenuti personalizzati per trasmettere un senso di esclusività. Infine, nonostante la spesa per l’abbigliamento maschile sia in crescita, è importante sapere che gli uomini preferiscono ancora essere raggiunti in contesti non-fashion come news, lifestyle e ambienti professionali”.

“Questi trend ci mostrano l’incredibile varietà delle nuove opportunità per i brand del lusso di ampliare la loro rilevanza verso nuovi consumatori, oltre a rafforzare la loro relazione con i clienti fidelizzati – precisa Tammy Smulders, Global Executive Director e Head of Research & Insights LuxHub -. Dal raggiungimento dei consumatori emergenti alla creazione di un mercato dove personalizzare le strategie di contenuto, le implicazioni permetteranno ai brand di sviluppare nuove strategiche e tattiche iniziative per aumentare le vendite”. Sul tema del retail LuxHub condurrà inoltre una serie di workshop nei mercati chiave in tutto il mondo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *