di


Diamanti, un ponte tra Israele e Russia

Memorandum d’intesa tra l’Israel Diamond Exchange e il gigante minerario Alrosa: non solo approvvigionamento ma anche progetti comuni sulla responsabilità d’impresa

Il presidente dello Stato d'Israele Reuven Rivlin con il protocollo d'intesa. Alla sua destra, Shmuel Schnitzer, presidente IDE; alla sua sinistra Andrey Polyakov, vicepresidente Alrosa
Il presidente dello Stato d’Israele Reuven Rivlin con il protocollo d’intesa. Alla sua destra, Shmuel Schnitzer, presidente IDE; alla sua sinistra Andrey Polyakov, vicepresidente Alrosa

Una cerimonia formale all’Israel Diamond Week ha accompagnato la sigla del protocollo d’intesa tra il gigante minerario russo Alrosa e l’Israel Diamond Exchange (IDE). Oggetto del memorandum non solo l’approvvigionamento di materia prima ma anche scambio di informazioni, cooperazione nell’ambito del marketing estero, promozione delle rispettive industrie, ricerca di nuove tecnologie per il taglio di diamante e lucidatura e sviluppo di progetti comuni sulla responsabilità delle imprese.

Il Memorandum, inoltre, prevede inoltre lo sviluppo di nuovi metodi di ordinamento e analisi dell’origine dei diamanti e di identificazione di diamanti sintetici e trattati. L’obiettivo è favorire la diffusione di diamanti sintetici nei prodotti di gioielleria e promuovere i diamanti naturali nei mercati di consumo, oltre a sviluppare ulteriormente le pratiche commerciali responsabili.

Dopo la cerimonia i vertici delle rispettive associazioni – Shmuel Schnitzer, numero uno dell’IDE, Andrey Polyakov, vicepresidente di Alrosa, il presidente della Israel Diamond Manufacturers Association Kobi Koren, e l’amministratore delegato della Borsa israeliana Moti Besser – hanno raggiunto l’ufficio di Presidenza di Israele dove li ha accolti il presidente Reuven Rivlin.

La cerimonia formale del protocollo d'intesa con il presidente dell'Israel Diamond Exchange Shmuel Schnitzer, e Andrey Polyakov, vicepresidente di Alrosa
La cerimonia formale del protocollo d’intesa dal presidente dello Stato d’Israele Reuven Rivlin (a destra) con il presidente dell’Israel Diamond Exchange Shmuel Schnitzer

“Sono felice ed entusiasta di prendere parte a questa giornata storica – ha detto il presidente dell’IDE Schnitzer – il memorandum d’intesa è molto di più di un accordo di approvvigionamento, perché copre molti altri bisogni e benefici. La cerimonia alla presenza del presidente testimonia le implicazioni di vasta portata di questo accordo, non solo per il settore dei diamanti, ma per Israele nel suo complesso.

“Alrosa ha una lunga esperienza nello scambio con il settore israeliano dei diamanti – ha commentato Polyakov -. La società esporta circa 50 milioni di dollari di diamanti grezzi in Israele ogni anno, e questo numero è destinato a crescere a seguito del protocollo d’intesa. Dobbiamo promuovere i diamanti come status symbol, e pensare alle future generazioni del nostro settore”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *