di


Diamanti lavorati, il valore dell’export di Anversa cresce del 37.3%. In calo i grezzi

Diamanti, Anversa chiude la prima metà dell’anno con importazioni ed esportazioni fortemente in crescita. La tendenza positiva dei primi è confermata alla chiusura del primo semestre, con un commercio estero molto più forte rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Secondo i dati pubblicati dall’Antwerp World Diamond Centre’s Diamond Office, dal giugno dello scorso anno il Belgio ha esportato diamanti lavorati con una crescita del +21,6% in termini di volume, arrivando a oltre 820mila carati, e in valore è aumentato del 38,3% a 1,51 miliardi di dollari. Paragonando il primo semestre 2011 a quello dello scorso anno, la crescita è del 28,9% in volume e del 37,3 in valore.

Per quanto riguarda i diamanti grezzi, nel mese di giugno si registra un calo dei volumi (esportati 11.800.000 di carati), ma una crescita in termini finanziari a oltre 1 miliardo e mezzo di dollari (+34,4%). Fenomeno che si conferma a livello dell’intera metà dell’anno appena conclusa: -9,7% in volume, +36,2% in valore.

Le importazioni di diamanti lavorati ammontano a oltre 910mila carati nel giugno 2011 (+36,9 % dal giugno dello scorso anno), con un aumento di valore del 39,1% (1,48 miliardi dollari). Nella categoria importazioni di diamanti grezzi, nello stesso mese il Belgio ha acquistato quasi 9 milioni di carati del valore di 1,42 miliardi di dollari; nell’intero primo semestre ha importato 56,2 milioni di carati di diamanti grezzi: anche nell’import si è registrato un calo nei volumi e una crescita nei valori.


Foto d’apertura di AWDC, diamante grezzo e lavorato © Karl Bruninx


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *