di


Diamanti E-Motion, tutti i segreti del taglio smeraldo

Utilizzato soprattutto per gli anelli di fidanzamento, è una preziosa alternativa al taglio brillante: tra le proposte dell’azienda, solo gemme conflict free

Immagini 25589

Taglio princess, marquise, a goccia: il diamante non è soltanto rotondo e tante sono le forme che può assumere. In gioielleria vengono utilizzate quasi esclusivamente gemme tagliate: il taglio serve a esaltare la brillantezza della pietra e ad adattarla alla montatura. Proprio il taglio è una delle più recenti acquisizioni in casa E-Motion, azienda del gruppo Trasparenze specializzata nella selezione e vendita di diamanti, pietre preziose e realizzazione di gioielli con sede in Campania. Una passione fatta di interazione quotidiana e profonda con il mondo delle gemme: tra le attività dell’azienda, oggi, anche un laboratorio per il taglio delle pietre.

In base alla forma della pietra grezza, viene scelta la forma finale che permette, da un lato, di perdere il minor peso possibile e quindi di preservarne la preziosità, e di sfruttarne, dall’altro lato, le caratteristiche. Uno dei tagli più versatili tra quelli “Fancy” (quelli cioè diversi da quello a brillante a da quello a cabochon) è il taglio smeraldo, dai contorni rettangolari. Forma classica per la gemma di cui porta il nome, il taglio smeraldo fu inventato per adattare la lavorazione del grezzo senza snaturarlo.

Oggi popolare almeno quando il taglio a brillante, resta il privilegiato per gli anelli di fidanzamento: dopo aver conosciuto grande fortuna negli anni Venti, attualmente compare su gioielli importanti che vogliano mettere in evidenza il valore del diamante che, grazie al taglio smeraldo, fa riflettere la luce infinite volte.

Conoscere i dettagli delle pietre preziose e i possibili interventi dell’esperto per renderle ancora più preziose è fondamentale per apprezzare un gioiello oltre il suo valore estetico. E questo E-Motion lo sa bene: sul sito www.emotions.it (sul quale è possibile esplorare le tante declinazioni dell’attività aziendale: dalla certificazione dei diamanti, con gli standard previsti dai maggiori Istituti Gemmologici mondiali come GIA, HRD e IGI di Anversa, alla creazione di gioielli) è accessibile a tutti un’intera sezione dedicata alla conoscenza delle gemme.

Gemme di cui E-Motion traccia l’origine grazie all’approvvigionamento di diamanti da fornitori affidabili. Una delle missioni di E-Motion, infatti, è portare avanti un’industria del gioiello più etica, trasparente e sostenibile scegliendo soltanto diamanti “conflict free”, pietre cioè i cui profitti non sono usati per finanziare guerre, ed estratte attraverso lavoratori trattati in base a determinate condizioni etiche.

www.emotions.it

www.emotionjewellery.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *