di


Diamanti da investimento: sì del Ministero dell’Economia a una normativa adeguata

ll Governo procederà ad una necessaria riflessione finalizzata ad offrire un quadro normativo idoneo a tutelare in maniera piena e trasparente i risparmiatori

Il Ministero dell’Economia e delle Finanza si è pronunciato positivamente sull’ interrogazione presentata da alcuni deputati del Movimento Cinquestelle nella seduta della Camera del 27 marzo scorso, finalizzata a comprendere l’intenzione del Ministero del Tesoro circa un intervento ufficiale per “mettere in atto iniziative al fine di evitare il perpetuarsi di fenomeni fittizi, che possono ledere l’equità dei rapporti contrattuali, penalizzando i risparmiatori” nonché per “contrastare le pratiche commerciali illegali e i rischi di riciclaggio”.

Massimo Bitonci -Sottosegretario all’Economia

Il Sottosegretario all’Economia Massimo Bitonci ha dichiarato che “Sebbene le autorità di vigilanza abbiano svolto e svolgano un’importante azione di monitoraggio e controllo sull’attività in questione,  il Governo procederà ad una necessaria riflessione su questa delicata pratica commerciale, finalizzata ad offrire un quadro normativo idoneo a tutelare in maniera piena e trasparente i risparmiatori.

Soddisfatta Federpreziosi Confcommercio Cogliamo con soddisfazione” si legge in una nota “la risposta positiva del Governo circa la necessità di offrire un quadro normativo idoneo ad evitare il ripetersi nel futuro di episodi come quelli che hanno visto coinvolti o contattati, come confermato da Ferderpreziosi Confcommercio, circa 300 mila consumatori.

Giuseppe-Aquilino-natale
Giuseppe Aquilino – Presidente Federpreziosi

Una vicenda quella dei diamanti da investimento sulla quale si era già espressa l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, ritenendo tali pratiche di vendita omissive e ingannevoli, sanzionando per oltre 15 milioni di euro due società venditrici di Intermarket, Diamond Business e Diamond Private Investment, nonché gli istituti di credito coinvolti nella vendita dei diamanti.

E’  dello scorso 29 maggio, inoltre,  la notizia della sentenza di condanna per banco Bpm da parte del Tribunale di Verona a risarcire un risparmiatore truffato con 32 mila euro più interessi e spese legali. Il giudice, come riportato dall’ Aduc ( Associazione per i diritti degli utenti  e consumatori ) sul portale Investire Informati, ha dichiarato la banca “responsabile per  aver agevolato  e indotto l’investitore, omesso di informarlo e proteggerlo nell’acquisto incauto.” Per la quantificazione  del danno è stato ancorato il quantum alla differenza tra il prezzo di acquisto del diamante e il valore di cui al listino Rapaport, aumentato del 20% per spese accessorie.

www.federpreziosi.it


1 commento

  1. ADOR-Associazione Designers Orafi says:

    Very nice memo 4 all .!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orizzontale AMERICA