di


De Simone Fratelli presenta Icon, omaggio al corallo

Vicenzaoro January diventa laboratorio di idee per l’azienda torrese che svela la prima opera della trilogia di Franco Battiloro, il Flegetonte

De Simone Fratelli, collezione Icon. Collana in corallo rosso del Mediterraneo e brillanti
De Simone Fratelli, collezione Icon. Collana in corallo rosso del Mediterraneo e brillanti

The Boutique Show, il nuovo format di Fiera di Vicenza che debutta oggi con Vicenzaoro January, diventa un laboratorio di idee per la De Simone Fratelli. Presente ancora una volta alla fiera veneta, la storica azienda torrese rende omaggio al nuovo corso presentando la collezione Icon – come il nome del neonato distretto espositivo in cui espone – espressione dell’eleganza Made in Italy. De Simone Fratelli è infatti a Vicenzaoro January, padiglione 6 stand 210, nel jewellery district denominato Icon.

Da sempre attenta alla selezione accurata di materie prime di alta qualità, l’azienda presenta una collezione fedele al fascino di una bellezza senza tempo dove corallo mediterraneo e brillanti si mescolano in un accurato gioco di proporzioni. Un omaggio al corallo, in particolare a Torre del Greco, e alla lunga tradizione che la città vanta nel panorama internazionale.

In quest’ottica, l’azienda De Simone si fa promotrice del patrimonio artistico Made in Italy e presenta in esclusiva a Vicenza anche una straordinaria opera del prof. Franco Battiloro, Il Flegetonte, primo esemplare di una trilogia. È a Battiloro che i De Simone affidano il restauro di alcune opere in corallo che fanno parte della loro preziosa collezione privata. L’artista visionario diventa consulente artistico dell’azienda e tale collaborazione prosegue con forza e passione ancora oggi.

Michele, Massimo e Fiammetta De Simone e Franco Battiloro partono da un’unica grande passione, l’amore per il corallo e il rispetto per una materia tanto pregiata e tanto esclusiva. Gli uffici di Torre del Greco dei De Simone diventano un luogo di confronto artistico ma anche luogo di riflessione su temi etici: il mondo malato dei nostri anni, la corruzione e la forte commistione tra sacro e profano vengono rappresentate in forme ed espressioni ben lontane dai modi comuni.

I fratelli De Simone presentano così con orgoglio la prima opera della trilogia del professor Battiloro che fa parte di un ciclo di 3 opere tra sacro e profano: coralli asiatici per le figure; oro, vermeil e coralli mediterranei per le decorazioni; argento per il corpo del centauro; acciaio per la struttura semicircolare e quarzo per la base dell’opera. Materiali preziosi e comuni si fondono per dare vita ad uno dei quattro fiumi infernali, così come ci racconta il mito.

De Simone Fratelli presenta Il Flegetonte, prima opera della trilogia di Franco Battiloro
De Simone Fratelli presenta Il Flegetonte, prima opera della trilogia di Franco Battiloro

Dante, nella Divina Commedia, al canto XII dell’Inferno, lo descrive come un fiume di sangue bollente nel quale predoni e assassini, ovvero i violenti con il prossimo, sono immersi in misura diversa a seconda della gravità del peccato commesso. A sorvegliarli ci sono i centauri armati. L’artista usa tale allegoria per descrivere la condizione dei corrotti, forma più che mai attuale di violenza contro il prossimo.

All’interno di una struttura metallica e circolare, che simboleggia il fiume stesso, ma anche la ciclicità di tale condizione, si trova, in alto, la figura del Centauro che è posto a guardia. La lancia che impugna, rivolge la sua punta verso l’alto, segno che anche il custode potrebbe non compiere fino in fondo il suo dovere. In basso, seguendo la curvatura della struttura, quattro figure che sono immerse, a secondo della gravità del reato commesso, nel fiume e quindi trasformano la loro condizione fisica corrompendo a loro volta la loro natura, fino alla non-forma dell’ultima creatura.

A decorazione dell’intera struttura vi sono piccole sfere di diverso colore a simboleggiare il ritorno alla natura primordiale, quella cellulare, con le sue cariche di energia, da cui tutto ricomincia in un eterno ciclo di lotta tra bene e male. La dettagliata ricerca simbolica è presente in modo attento anche nella scelta dei materiali usati quali: il quarzo alla base segno della falsa visione che inganna l’uomo, condizione che attraversa i secoli; l’acciaio della struttura che rappresenta la solidità di una condizione umana senza soluzione; corallo che rappresenta il mare come elemento madre della vita dell’uomo.

www.desimonefratelli.com


1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *